British Superbike: Kiyonari e Byrne con HM Plant Honda

La british superbike quest’anno verrà quasi sicuramente monopolizzata da una scuderia. Alludiamo al team HM Plant Honda, che in vista della prossima stagione ha piazzato due autentici colpi di mercato. Merito di Neil Tuxworth (titolare della squadra e responsabile Honda Racing UK) e Havier Beltram (team manager), che hanno sapientemente sfruttato le risorse stanziate dalla squadra, confermando il top rider Ryuichi Kiyonari (3 volte iridato bsb) ed ingaggiando Shane Byrne (2 volte campione bsb). A questo punto sembrano abbastanza chiari gli obiettivi di HM Plant in ottica 2011.

Del resto nessuna compagine militante nella british superbike può vantare un roster così competitivo. Non bisogna dimenticare infatti che “King Kiyo” è l’attuale campione in carica, con grossi margini di miglioramente in sella alla sua Honda. Un double dunque non sarebbe di certo impensabile.
 
Dall’altra parte della barricata invece è “di stanza” un agguerrito Byrne, reduce da un biennio nel wsbk per certi versi positivi e per altri non troppo esalante. Pertanto la priorità per il britannico è tornare il prima possibile a lottare per le posizioni che contano.
 
Certo è che, entuasiasmi a parte, il buon “Shakey” è a conoscenza del coefficiente di difficoltà della british superbike.
 
E’ tutto così eccitatante, tuttavia so che non sarà una passeggiata – ha dichiarato l’ex pilota del team Althea Ducati Racing -. Il livello di competitività nella british superbike è molto elevato. Basta guardare allo scorso campionato. Ma io sono determinato a far bene, e a diventare il pilota più vincente nella storia della bsb“.