Benelli, svelato il modello più atteso: scopriamo la nuova Leoncino 800

La Benelli ha svelato in Cina la nuova creatura, ovvero la Leoncino 800. Andiamo a scoprire tutti i suoi segreti e le caratteristiche.

In Cina è apparsa la nuova versione della Benelli Leoncino 800, una stradale che è disponibile anche nella versione Scrambler. A disposizione della clientela troviamo i cerchi a raggi, che all’anteriore sono da 19″. Il brand italiano, di proprietà del colosso cinese Qianjiang Motor, è sempre un punto di riferimento per il mercato delle due ruote, con la TRK 702 che si conferma la moto più venduta in Italia.

Benelli nuova Leoncino 800
Benelli tutti i dettagli (Benelli) – Nextmoto.it

La Leoncino 800 potrebbe diventare un nuovo must per la clientela, che non vede l’ora di scoprirla in ogni suo dettaglio. Come vedremo, la Benelli è riuscita a far lievitare la potenza rispetto alla versione precedente, in modo da offrire prestazioni più elevate. A questo punto, tuffiamoci nella scoperta delle novità tecniche introdotte.

Benelli, tanta potenza in più per la Leoncino 800

Ha fatto dunque il proprio esordio la nuova Benelli Leoncino 800, dotata di tanti aggiornamenti sul fronte tecnico. Il motore sale da 76 a 96,5 cavalli di potenza massima, ma è probabile che per l’Italia si opti per una scelta di marketing che può essere fondamentale per aumentare i volumi di vendita e renderla fruibile da più clienti. Infatti, potrebbe arrivare la versione da 95 cavalli depotenziabile, in modo da essere guidata anche da chi è titolare della sola Patente A2.

Benelli Leoncino 800 maggiore potenza
Benelli Leoncino 800 in mostra (Benelli) – Nextmoto.it

La cilindrata del motore bicilindrico parallelo cresce a propria volta, salendo da 754 a 799 cc, ed anche l’alessaggio dovrebbe aumentare. La potenza è di 96 cavalli a 9.000 giri al minuto, mentre il picco di coppia, pari a 79 Nm, viene raggiunto a 7.770 giri al minuto. Non è solo il motore ad essere stato profondamente rivisto, dal momento che anche la ciclistica è stata aggiornata.

Le sospensioni sono cambiate in tutto e per tutto, ed ora non sono più di fabbricazione Marzocchi ma Kayaba, ma vengono confermati gli elementi regolabili. L’impianto frenante è dotato di nuove pinze Brembo, al posto di quelle Benelli. L’ABS by Bosch è a doppio canale. Cambia e si rinnova anche la strumentazione, con schermo TFT a colori da 5″.

Per quanto riguarda il peso, invece, è pari a 217 kg in ordine di marcia, perdendo 6 kg rispetto alla precedente versione. Il prezzo è pari a 46.800 yuan, ovvero circa 6.000 euro al cambio attuale, ma per il momento, è in vendita solamente in Cina. Presto sapremo se la vedremo anche in Italia nel prossimo futuro. I clienti non stanno nella pelle.

Impostazioni privacy