Viaggio senza precedenti con la mini-moto, l’impresa di questo rider è colossale: che storia

Oggi vi parleremo di una vera e propria impresa di un rider, che su una mini-moto ha condotto un viaggio davvero da sogno.

Nel mondo delle due e delle quattro ruote, abbiamo spesso sentito parlare di vere e proprie imprese, di viaggi eroici durati per giorni o anche mesi, che hanno condotto i protagonisti anche da una parte all’altra di interi continenti. Tuttavia, la storia che vi stiamo per raccontare è davvero assurda, e racconta le vicende di un ragazzo che ha fatto tutto questo in mini-moto, in condizioni molto difficili e di precaria comodità.

Mini-moto viaggio clamoroso
Mini-moto che notizia – Nextmoto.it

Un uomo ha infatti condotto un viaggio mozzafiato, ma pensare che lo abbia fatto su una scomodissima mini-moto rende il tutto ancora più incredibile. Andiamo a vedere quali sono state le tappe ed i suoi spostamenti, con l’Italia che è stata una grande protagonista dell’itinerario, risultando come il luogo di arrivo e dove è stata celebrata la sua vittoria personale.

Mini-moto, ecco l’impresa dell’uomo cinese

Sul sito web “InSella.it“, è stata raccontata la storia di Zijian Zao, uomo di 54 anni, ex dirigente dell’Ente turistico cinese che nel corso della sua vita ha avuto molte esperienze differenti, trovando base in Europa e vivendo per ben 7 anni in Svezia, una terra di cui si è innamorato. Ebbene, il suo amore per le due ruote lo ha portato a condurre un viaggio eroico su di una mini-moto, per completare migliaia di chilometri e raggiungere un luogo molto lontano.

Moto che miracolo
Moto tutti increduli – Nextmoto.it

In sella ad un Garelli Ciclone E4, è partito da Stoccolma ed è arrivato a Roma, una vera e propria impresa titanica che ha fatto subito notizia. Infatti, pensare di aver coperto tutti quei chilometri in sella ad un ciclomotre elettrico appariva impensabile, ma Zao ce l’ha fatta ed anche in maniera brillante, raccogliendo l’approvazione di tantissime persone.

Il suo obiettivo era quello di stabilire un record coprendo oltre 5.000 km in sella ad una mini-moto ad emissioni zero, attraversando ben 11 stati dalla Svezia all’Italia. L’uomo è stato assistito dal Garage 53 di Stoccolma, un partner commerciale di Wings SRL, vale a dire l’azienda friulana che ha progettato, poi costruito ed anche commercializzato il Garelli sul quale è stata basata questa attraversata dell’Europa.

Secondo quanto raccontato, l’autonomia limitata a soli 120 km lo ha costretto a viaggiare quasi sempre di notte, in modo da poter evitare il traffico e da poter effettuare ricariche costanti in modo molto rapido, senza dover “fare la fila” presso i punti di ricarica. Il Garelli è stato leggermente modificato per l’occasione, con l’aggiunta di un parabrezza, delle gomme invernali, un portapacchi ed anche una batteria di riserva, da utilizzare in caso di necessità.

Al momento attuale, l’uomo sarebbe in dirittura d’arrivo e tutti stanno attendendo il suo arrivo a Roma, e pare che per il momento, non ci siano stati intoppi a complicare il suo viaggio. Di certo, si tratta di un’impresa che può avere anche un significato importante, in grado di convincere la gente sull’importanza dell’elettrificazione, ed anche sulle sue grandi potenzialità.

Impostazioni privacy