Vendite Moto in crescita – 37 milioni entro il 2020

Si parla ormai da varii mesi della crisi che ha colpito la situazione internazionale e, nel settore motoristico, la vendita di motociclette.
Anche se all’ orizzonte si intravvede un importante spiraglio di ripresa.

La crisi che ha colpito il mercato delle due ruote potrebbe avere meno effetti negativi di quanto previsto. Sebbene la fine dello scorso anno e l’ inizio di quello in corso abbiano segnato una netta flessione nella vendita di motociclette e, conseguentemente, una necessaria diminuazione della produzione e tanta cassa integrazione per il personale del settore motociclistico, potrebbe esserci una vera e propria inversione di tendenza nei prossimi anni.

Il francese Jacques Compagne, ossia il Segretario generale dell’ ACEM, acronimo per Associazione Europea dei Costruttori di Moto, si dimostra più che ottimista e parla di un futuro roseo con una netta ripresa del settore ed un rinnovato spirito appassionato per le due ruote.
 
Monsieur Compagne si dice certo che la crisi economica che si è violentemente abbattuta sul mercato delle due ruote passerà molto prima di quanto stimato ed è sicuro che il mercato delle due ruote tornerà a brillare di luce propria e riprenderà il suo trend di crescita che lo aveva portato, in questi ultimi anni, ad un dignitosissimo ++22%.
 
Oggi il mercato europeo delle due ruote ammonta a circa 33 milioni di unità – dichiara Jacques Compagne nel bollettino mensile divulgato dall’ ACEM – Nel 2008 ha perso il 7,4% di immatricolazioni, ma secondo le previsioni a lungo termine riprenderà la sua tendenza alla crescita, raggiungendo i 35-37 milioni entro il 2020“.
 
Se dall’ ACEM arrivano segnali di ottimismo, anche nel Bel Paese le due ruote sembrano tornare a sorridere grazie agli incentivi governativi che stanno ridando aria ad un settore appassionante, ma piombato in una crisi nera.