Vendita e produzione moto: in Spagna, crollo del 36%

motociclette_calo_in Spagna

La Spagna è un Paese importante per quanto riguarda il settore delle due ruote. Ma sembra che il persistente stato di crisi stia colpendo duro anche in questo senso. Recenti statistiche evidenziano che tra gennaio e novembre di quest’anno, la Spagna ha prodotto un volume di 16.056 motocicli di cilindrata superiore a 150 centimetri cubici che corrisponde a meno del 40% rispetto allo stesso periodo del 2010.

Questo dato mette in luce una problematica di sorta e comincia a farsi preoccupante se si considera che in questa nazione sono numerose le fabbriche di piccole e medie dimensioni che si occupano della produzione di moto, anche dedicate a settori professionali e specialistici.

motociclette_calo_in Spagna_2

Nel solo mese di novembre, sono state prodotte 41.737 unità complessive, con un calo del 36,74% rispetto allo stesso periodo del 2010. Anche questo dato, unito a quello precedente, non è certo incoraggiante. Andando maggiormente nello specifico, il settore dei ciclomotori ha contato, sempre nel mese di novembre, 36.794 consegne, un 26.08% circa in meno rispetto al 2010.

Guardando al passato, il record di vendite di motociclette, appartiene all’anno 1998 quando la Spagna produsse un volume complessivo pari a qualcosa come 332.491 unità.

La riduzione delle unità vendute, sembra aver seguito nel corso degli anni, un trend al ribasso che, nell’anno in corso, ha toccato quote davvero significative in senso negativo. Chiaramente tutto questo ha a che fare anche con la situazione economica internazionale che sta investendo diversi settori e che, almeno per il momento, non accenna a dare tregua.