Tourist Trophy, record storico: Michael Dunlop ormai è leggenda

L’edizione 2024 del Tourist Trophy è partita da poche ore, ma c’è già un risultato storico da sottolineare. Michael Dunlop è nel mito.

Il Tourist Trophy è una delle gare più estreme che esistano sulla faccia della terra, che a livello di pericoli non ha rivali, battendo anche la Dakar. Purtroppo, ogni anno si registrano vittime e ci auguriamo che in questa edizione le cose vadano diversamente, nella sfida che si svolge sull’Isola di Man che ancora oggi regala comunque spettacolo ed emozioni.

Tourist Trophy Michael Dunlop fa la storia
Tourist Trophy Michael Dunlop in azione (ANSA) – Nextmoto.it

Nel 2024, il Tourist Trophy è iniziato lo scorso sabato, e si concluderà l’8 di giugno, ma già nelle prime ore della competizione, è stato scritto un pezzo di storia. Quello dei Dunlop è il cognome più vincente nella storia di questa competizione, che pur essendo solo all’inizio per quanto riguarda l’edizione 2024, ha fatto già registrare un nuovo primato.

Tourist Trophy, altra impresa di Michael Dunlop

C’era grande attesa per il Tourist Trophy 2024, dal momento che Michael Dunlop si era presentato con un unico obiettivo, quello di diventare il più vincente di sempre. Ebbene, il rider nordirlandese ha già eguagliato a quota 26 successi suo zio Joey, imponendosi nella Gara 1, quella riservata alle Supersport.

Michael Dunlop eguaglia lo zio Joey
Michael Dunlop in azione (ANSA) – Nextmoto.it

La Road Race più famosa del mondo prevede ancora 6 gare per quanto concerne l’edizione in corso, il che significa che Dunlop potrà sicuramente diventare il più vincente della storia. Nel corso della gara che lo ha consegnato al mito, Dunlop, che lo scorso 10 di aprile ha compiuto 35 anni, ha dominato la scena in sella alla sua Yamaha, staccando di 8 secondi un mai domo Davey Todd, sulla Ducati Panigale V2.

Il terzo posto, con 22 secondi di ritardo da Dunlop, troviamo la Honda di Dean Harrison, che ha condotto una prova molto regolare, ben consapevole di non avere il passo per contrastare il tandem di testa. Dunlop non è riuscito a contenere la propria emozione, scoppiando in lacrime subito dopo il traguardo, consapevole di aver scritto l’ennesima pagina di storia del Tourist Trophy.

Il nordirlandese, in ogni caso e da vero professionista, sa che non è ancora finita, dal momento che ora il target è quello di superare lo zio e diventare il più vincente di sempre. Siamo certi che un talento come quello di Dunlop gli permetterà di farcela, nella speranza, come detto, che tutto vada bene e che almeno quest’anno non si verifichino gravi incidenti.

Impostazioni privacy