Suzuki, la GSX-R che omaggia Kewin Schwanz é mostruosa: immancabile il Numero 34

Questa Suzuki GSX-R in onore di Kevin Schwantz ti farà impazzire. Scopri la leggenda dietro il Numero 34

Suzuki, marchio iconico nel mondo del motociclismo, ha recentemente visto aggiungere a catalogo una GSX-R che non è solo un tributo, ma una dichiarazione d’amore al leggendario Kevin Schwantz. E come potrebbe mancare quel distintivo Numero 34?

restmod gsxr
Tributo alla gloriosa GSX-R1100: motociclisti impazziti – nextmoto.it

Ma c’è molto di più dietro questa moto che la rende “mostruosa”. Preparati a rivivere una storia fatta di passione e – soprattutto – vittorie.

Dietro ogni dettaglio della GSX-R, un omaggio a Kevin Schwantz: la storia e la passione si fondono

Nel panorama motociclistico, poche moto hanno avuto l’impatto della GSX-R di Suzuki. Questa macchina, una volta introdotta, ha riscritto le regole del gioco, ponendosi come il benchmark di potenza e design. E mentre la GSX-R stava cambiando il panorama motociclistico come mai nessuno prima, Kevin Schwantz si stava affermando come un pilastro nel mondo delle corse. Dotato di un talento naturale e di un’insaziabile sete di velocità, Schwantz era più di un semplice pilota: era una forza della natura. La sua collaborazione con il team Yoshimura Suzuki Superbike non ha fatto altro che cementare il suo status, elevandolo al rango di mito delle piste.

Nel cuore verde della Francia, lontano dai riflettori delle grandi città, Jean Damien ha dato vita a un’idea audace: “The 34“. Questa visione è nata dalla sua insaziabile passione per la GSX-R e dal suo profondo rispetto per Kevin Schwantz, un nome che ha fatto storia nel mondo delle corse. Ma “The 34” non è solo un tributo: è una reinterpretazione della GSX-R1100 del 1988, elevata a nuovi livelli di eccellenza.

Jean, con la determinazione di un visionario e l’abilità di un artigiano, ha trasformato ogni centimetro di questa moto. Ha collaborato con esperti del settore e amici altrettanto appassionati, introducendo elementi avanzati, come componenti ispirati alla GSX-R1000 del 2017, e potenziando il motore per renderlo ancora più formidabile.

GSX-R1100 di Kevin Schwantz
Tributo alla gloriosa GSX-R1100 di Kevin Schwantz (Bike Bound – nextmoto.it)

Ma il vero tocco di maestria è evidente nella scelta cromatica della moto. La tonalità, un omaggio alla storica moto da endurance 750, è impreziosita dal numero 34, un numero che per gli appassionati non è solo una cifra, ma un simbolo di determinazione e successo, incarnato da Schwantz. “The 34” è, quindi, molto più di una moto: è un ponte tra generazioni, un connubio tra tradizione e innovazione, un capolavoro che celebra la grandezza del motociclismo.

Con “The 34”, Jean Damien ha incarnato la magia che nasce quando la passione incontra l’abilità, unendo il ricordo delle epiche corse del passato con la moderna maestria motociclistica.

Impostazioni privacy