Superbike: Meregalli parla della Yamaha

Massimo Meregalli e Ben Spies
Il team Yamaha Sterilgarda è senza dubbio uno degli squad più longevi ed efficienti del campionato superbike. La scuderia nipponica infatti vanta diverse partecipazione al wsbk, che gli hanno permesso di trionfare nel 2009 con autorevolezza grazie alle prestazioni dello straordinario rookie Ben Spies che oggi milita nella motogp. I fasti dello scorso anno però sembrano essere lontani. In questa prima parte di 2010, i due piloti della squadra, il rientrante James Toseland e Cal Crutchlow, hanno ottenuto sette podi nei vari gp. Cifra che peraltro ha allarmato Massimo Meregalli, manager della scuderia.

La prima parte di stagione è stata sicuramente più dura di quanto pensassi e di quanto mi aspettassi – ha affermato “Maio” – abbiamo fatto molti passi avanti grazie alle informazioni arrivate dai nostri piloti e abbiamo avuto anche un pò di sfortuna. Di sicuro mi aspettavo di essere molto più vicino alla vetta ma non ci arrenderemo fino alla fine della stagione“.
 
Eppure la YZF-R1 2010 ha ampiamente dimostrato di essere più competitiva della versione precedente. Complici ovviamente i molteplici lavori di sviluppo condotti sul due ruote, che sono stati evidenziati dallo stesso Meregalli.
 
Abbiamo più potenza rispetto alla scorso anno anche se abbiamo deciso di non utilizzare il nuovo serbatoio. Stiamo migliorando l’elettronica e la guidabilità generale della moto, che secondo me è migliore rispetto al 2009. Quelle delle altre Case, però, sono anche meglio. Quest’anno è più difficile, perchè ci sono molti più piloti che possono lottare per la vittoria ad ogni gara“.