Superbike: Bmw a caccia di risultati

Per il circus della superbike le vacanze sono già finite. Le varie scuderie sono state impegnate in questi giorni nelle sessioni di prove che si sono tenute sul circuito lusitano di Portimao. Per l’occasione è stato possibile ammirare non solo i nuovi bolidi dei team, ma anche le new-entries che affolleranno il wsbk 2010 come Crutchlow e Toseland, che peraltro hanno dimostrato di essere già in forma campionato. Chi invece ha arrancato è senza dubbio la Bmw, che con Corser e Xaus ha ben figurato nel bagnato, dopo aver sofferto parecchio nelle prove sull’asciutto del giorno prima.

Questi risultati altalenanti hanno confermato il momento di transizione che sta affrontando la scuderia. Del resto in pochi mesi i tedeschi hanno cambiato molto e proprio per questo non c’è da stupirsi se il rendimento complessivo non sia ancora all’altezza degli investimenti.
 
Questo concetto è stato ribadito anche da Davide Tardozzi (dirigente tuttofare del team), che nel corso un intervista ha sottolineato che la sua squadra debba ancora lavorare molto prima di raggiungere un livello di competitività che sia paritetico a quello dei ducatisti pigliatutto. Ciò nonostante l’ex pilota della Yamaha ha voluto comunque rassicurare i sostenitori della squadra, affermando che ha ravvisato nei suoi un grandissimo potenziale.
 
A quanto pare dunque il problema primario della scuderia teutonica consisterà nel creare l’amalgama giusta tra diverse componenti. Problema certamente non irrisolvibile, ma al contempo da non trascurare. Del resto non manca molto all’inizio del campionato sbk. Proprio per questo Tardozzi e co. avranno il loro bel da fare.