Superbike 2012: BMW Motorrad soddisfatta dei test

BMW Motorrad: Melandri testa la nuova moto a Valencia
BMW Motorrad è reduce da una due giorni di test privati all’autodromo Riccardo Tormo di Valencia in vista del sempre più vicino esordio nel mondiale Superbike 2012, la cui prima gara è prevista per il 26 febbraio sul circuito australiano di Phillip Island, tracciato che tradizionalmente inaugura la nuova stagione dello spettacolare mondiale riservato alle derivate di serie, manifestazione sempre in crescita sia dal punto di vista dell’agonismo che da quello dell’audience.

Le sessioni spagnole sono servite alla casa tedesca per mettere a punto gli ultimi dettagli di una BMW S 1000 RR che si annuncia piuttosto rinnovata rispetto a quella vista negli ultimi anni, in quanto il propulsore, l’elettronica ed alcuni dettagli della parte ciclistica sono stati profondamente rivisti per cercare finalmente di ottenere risultati all’altezza degli ingenti investimenti che il gruppo tedesco sta facendo in Superbike. 
 
Marco Melandri e Leon Haslam hanno espresso un certo ottimismo per come sta procedendo lo sviluppo della moto, sottolineando l’importanza di testare ancora la nuova elettronica prima dell’esordio stagionale: le basse temperature registrate a Valencia non hanno però permesso a piloti e tecnici di trovare un set up ottimale per il reparto sospensioni e, da questo punto di vista, l’opportunità di provare nuovamente pochi giorni prima del debutto stagionale (e proprio e a Phillip Island) diventerà fondamentale per cercare di migliorare ancora, specie all’ingresso delle curve, fase importantissima sulla pista australiana. 
 
Mancando però tempi ufficiali e confronti diretti con i rivali, al momento appare difficile dire qual è la vera forza del team BMW Motorrad e, pensando anche a come le cose sono andate negli anni passati, è francamente difficile pensare che la casa tedesca, nonostante l’arrivo di un team manager di valore come Andrea Dosoli, abbia recuperato tutto il gap che la separava da Ducati e Aprilia.