“Situazione disperata”, l’annuncio che sconvolge la MotoGP

Situazione sempre più complicata in MotoGP, con un Team che sembra ormai essere ben lontano dal poter lottare per il vertice.

La MotoGP del 2023 sta vedendo ancora una volta il netto dominio della Ducati sulla concorrenza. Se il 2022 aveva permesso a Pecco Bagnaia di vincere il suo primo Mondiale, è ormai chiaro come il piemontese sia prossimo a trionfare per il secondo anno.

MotoGP mir psicologo
MotoGP (Ansa – NextMoto)

La situazione per lui in vetta al Mondiale è molto solida e a Silverstone ha deciso di accontentarsi del secondo posto, dato che ha potuto allungare sui diretti rivali Martin e Bezzecchi. Anche lo spagnolo e l’italiano corrono con Ducati, seppur con i Team Pramac e VR46.

Ecco allora come mai per molti sarebbe necessaria una svolta determinante nella MotoGP per poter in qualche modo cambiare la musica al vertice. Il ritorno delle Scuderie giapponesi sarebbe fondamentale, in particolar modo manca tantissimo la Honda.

Per tanti anni era stata questa la Scuderia dominatrice, con Marc Marquez che aveva fatto il bello e il cattivo tempo. Il dominio dello spagnolo ora è però ben lontano dall’essere confermato, anzi non è semplice per lui entrare anche solo in zona punti.

La Honda al momento è senza dubbio la quinta delle cinque moto presenti in MotoGP, situazione che dunque appare disperata. I problemi infatti non mancano anche per l’altro pilota della Honda, ovvero lo spagnolo Mir che ha mostrato tutta la propria frustrazione.

Mir non ci sta:” Ho lavorato con uno psicologo dello sport”

Il rientro dopo la pausa estiva non ha di certo aiutato né Marc Marquez né Joan Mir, due piloti molto esperti e che in carriera hanno vinto il Mondiale di MotoGP. Purtroppo non sono stati totalizzati punti né in occasione della Sprint Race né in gara.

Joan Mir, situazione disperata
Joan Mir (Ansa – NextMoto)

Ecco dunque come mai ancora una volta è stato impossibile per Mir nascondere tutta la sua frustrazione ai microfoni di Dazn.Non ci sono dubbi sul fatto che sia la mia peggior annata in carriera e sono molto sotto pressione, per questo ho lavorato con uno psicologo dello sport. Dobbiamo provare a ribaltare la situazione della Honda, ma se anche Marquez è così in difficoltà vuol dire la situazione è disperata.”

Mir dunque non ha nascosto come sia davvero molto difficile la situazione in casa Honda, con i due piloti che non sono minimamente nelle condizioni di poter rendere a dovere. I due sono coloro che sono caduti più volte nel Mondiale 2023, testimonianza del fatto che entrambi stiano cercando di spingere la moto oltre i suoi livelli consentiti.

Joan ha però voluto parlare anche della sua vita privata ai microfoni di Dazn, soprattutto spiegando come il fatto di essere diventato papà sia stato molto importante per lui. In questo modo ha trovato nuovi stimoli e soprattutto ha fatto sì che la sua testa potesse non pensare solo ai risultati in gara.

Nonostante qualche voce che lo volesse lontano dalla Honda già nel 2024, Joan Mir ha affermato che rispetterà fino in fondo il proprio accordo. Ora tocca alla casa nipponica mettere Marquez e Mir nelle condizioni di esprimere il loro enorme potenziale.

Impostazioni privacy