Puoi farlo in motocicletta? Risolto il dubbio per tutti i centauri

Come sappiamo bene, le regole per la circolazione e il comportamento che i motociclisti devono mantenere secondo il Codice della Strada sono leggermente differenti da quelle rispettate dagli automobilisti. Anche in questo caso può funzionare così? Vediamo cosa dice la legge.

Guidare una motocicletta presenta numerosi vantaggi, innanzitutto sui costi di benzina, tasse e dell’acquisto in se per se ma soprattutto dal punto di vista del Codice della Strada. Dato il piccolissimo ingombro che le motociclette offrono rispetto ai SUV ci sono una o due norme che potete anche “non rispettare” ma non sappiamo ancora se questa è tra loro.

Domanda Canva 16_1_2023 NextMoto
(NextMoto)

Pazzie su due ruote

Guidare una motocicletta a patto che sappiate farlo con sicurezza e che abbiate l’esperienza per evitare di farvi male cadendo, tanto per fare un esempio, è un’esperienza che chiunque dovrebbe fare al giorno d’oggi in metropoli sempre più intasate dal traffico. Quanto è bello potersi muovere liberamente quando le auto sono incolonnate, sorpassando rigorosamente a sinistra per evitare una multa molto spiacevole?

Quello che molti centauri ignorano è che ci sono alcune “agevolazioni” se così vogliamo chiamarle che derivano dal fatto che una due ruote ha delle dimensioni molto piccole se rapportata ad un SUV o ad una qualsiasi automobile. Avere due ruote anziché quattro fornisce dei bei vantaggi anche di fronte alle normative!

Strada Canva 16_1_2023 NextMoto
Anche in autostrada (NextMoto)

Accesso alle corsie

Tra le possibilità migliori che un motociclista può sfruttare c’è quella di correre in corsia preferenziale, lasciando ovviamente lo spazio necessario per il transito dei mezzi a cui questa è riservata, qualcosa che le automobili non possono assolutamente fare pena una pesante multa.

Perchè mai è garantita questa possibilità? Come abbiamo spiegato, le motociclette occupano poco spazio e se il centauro fa attenzione a non costituire intralcio per i mezzi pubblici, cosa che viene sanzionata a prescindere dal mezzo che state guidando, può tranquillamente spostarsi su quella corsia. Il che ci fa sorgere una domanda…

Sosta vietata!

Anche le corsie d’emergenza devono teoricamente essere lasciate libere. Un’automobile parcheggiata troppo a lungo sul posto infatti potrebbe causare ingorghi o problemi per i veicoli di emergenza che corrono sul luogo di un reato o un incidente, ragione per cui il tempo che potete passare da fermi su una piazzola come questa è limitato dal Codice della Strada.

Corsia Web Source 16_1_2023 NextMoto
Non fanno sconti! (NextMoto)

Ora, abbiamo già appurato in un altro pezzo che no, i motociclisti non possono usare la corsia di emergenza per fare “lo slalom” nel traffico neppure con due ruote di dimensioni molto ridotte…a questo punto però sorge un’altra domanda: la sosta in corsia di emergenza a bordo di una motocicletta è sempre limitata a poche ore? Dopo tutto, una moto occupa pochissimo spazio…

Purtroppo, niente da fare, l’Articolo 176 non lascia spazio ai dubbi: a prescindere dal tipo di veicolo che guidate nel momento in cui vi fermate sulla piazzola d’emergenza, avete soltanto tre ore prima di sgombrare, più che sufficienti comunque per chiamare il carro attrezzi o chi per lui. Valeva la pena chiedere, no?