Pharaons Rally nel FIA Cross Country Rally

[galleria id=”1803″]Il Pharaons Rally rientra quest’anno nella Coppa del Mondo FIA Cross Country Rally. E’ sicuramente un riconoscimento importante per la gara organizzata da JVD International, che anche nel 2009 ha avuto ottimi rapporti da parte degli osservatori FIA e FIM presenti in Egitto. 
 

La passione di Daniele Cotto, Marco Bucci & C., che negli anni hanno costruito un rally dove al centro di tutto c’è il pilota. La sicurezza, le piccole comodità del bivacco, l’attenzione verso le esigenze di ciascuno, sono gli imperativi di JVD International che vengono prima di ogni altro aspetto.

Per questi motivi il Pharaons Rally non è solo la gara più bella dei Mondiali FIA e FIM ma, grazie ai suoi percorsi e alla collocazione in calendario, è anche il perfetto banco di prova per uomini e mezzi che saranno al via della Dakar 2011. La più famosa e difficile gara del Mondo tornerà per il terzo anno in Sudamerica, ma i deserti egiziani saranno un test severo e completo per prepararsi alla trasferta oltreoceano. 
 

Nonostante una organizzazione molto conosciuta continui a pubblicizzare un rally in Egitto a settembre, JVD ci tiene a sottolineare che Il Pharaons Rally sarà l’unica gara in Egitto nel 2010. 
 

Già in un comunicato stampa diramato a dicembre dall’ATCE (l’Autorità Sportiva Nazionale Egiziana di riferimento sia per la FIA che per la FIM) si ribadiva che non sarebbe stato autorizzato tale evento alla data prevista di settembre. 
 

Il Ministero del Turismo egiziano ha ulteriormente precisato, in una circolare a metà febbraio, che qualunque evento Tout Terrain non doveva entrare in conflitto con il Pharaons Rally e pertanto non poteva collocarsi a meno di sei mesi dal Pharaons stesso. Infine la FIA, con una mail del Presidente della Commissione TT, Derek Ledger, dello scorso 9 marzo, ha intimato di interrompere la pubblicità dell’evento di settembre definendolo “a fictitious rally”. 
 

Il via del Pharaons Rally 2010 avverrà come di consueto dalla cornice, unica al mondo, delle Piramidi di Giza, ambientazione fantastica che da sola vale tutti gli sforzi fatti per essere al via della maratona egiziana. Quello che cambia, quest’anno, è l’arrivo del Rally, che sarà in riva al mare, in un resort vicino ad El Alamein, luogo di grande storia ed allo stesso tempo affacciato su un mare cristallino. 
 

Una novità riteniamo piacevole, che permetterà un tuffo ristoratore una volta terminate le fatiche del rally. Il giorno dopo l’arrivo, i mezzi partiranno per Alessandria per l’imbarco, mentre alla sera ci sarà la cerimonia di premiazione.