Pedrosa, piede a martello su Honda: arriva l’avviso a Marquez

La situazione di Honda sta preoccupando anche un suo portacolori storico come Pedrosa. Dall’ex MotoGP parole molto severe.

Una crisi inesorabile. Così potremmo definire lo stato attuale della Honda. Dopo un ciclo vincente in cui aveva dato l’idea di essere imbattibile e inarrestabile, la scuderia giapponese è in una crisi perdurante, tanto da chiudere il campionato 2022 addirittura come fanalino di coda. E quest’anno non va certo meglio. Conquistato il podio nella Sprint Race di apertura in Portogallo con Marquez, da allora è stato il nulla e oggi viaggia penultima grazie soltanto ad una Yamaha ancora più nell’impasse.

Pedrosa avvisa Marquez Honda MotoGP
Dani Pedrosa sulla crisi Honda – Nextmoto.it

Le ragioni di tale crollo sono da ritrovarsi in una politica orientata a costruire la moto solamente sulle esigenze di un pilota, ovvero Marc Marquez che, costretto ad assentarsi a lungo per gli esiti della caduta rimediata a Jerez nel 2020, ha lasciato la squadra scoperta, con gli altri centauri incapaci di padroneggiare il mezzo a disposizione.

Di nuovo scivolato a Portimao nella gara domenicale, il #93 si è fratturato una mano ed è rientrato a Le Mans dove, sempre nell’evento principale è finito in terra, replicando la scena al Mugello. Stessa sorte in Germania con un’altra caduta nel warm up per Marc, il quale non ha partecipato al GP vinto da Martin in volata su Bagnaia.  A nulla è valso, dunque, l’ennesimo sfogo di Marquez verso un Team incapace di trovare soluzioni efficaci al momento di difficoltà in atto.

Pedrosa spietato sul caso Honda

Sulla situazione Honda, ha voluto esprimersi Dani Pedrosa, ritiratosi dalle competizioni a fine 2018 dopo quasi un ventennio trascorso con i colori HRC. Un periodo che gli è valso un titolo in 125 cc e due nel 250 cc, prima del passaggio in MotoGP.

Pedrosa ha parlato nei giorni precedenti il GP di Germania. In particolare,  il pilota catalano si è soffermato sul gesto compiuto dal connazionale, quando, dopo la caduta di Le Mans sulla ghiaia, ha aperto le braccia guardando la sua moto sdraiata quasi a chiedere spiegazioni sul perché sia diventata tanto inguidabile..

E’ chiaro che stanno vivendo una situazione stancante“, ha affermato ai microfoni di DAZN. “Lo schema si sta ripetendo ad ogni fine settimana. Sicuramente c’è qualcosa da capire e analizzare”.

Dani Pedrosa crisi Honda Marquez
Dani Pedrosa, l’analisi sulla Honda (Ansa) – Nextmoto.it

Stando attento a non pronunciarsi su eventuali dissidi interni, piuttosto che sulla scarsa propensione del costruttore asiatico di correre ai ripari, il 37enne ha rimandato certe considerazioni al dopo Sachsenring, tracciato particolarmente amico del Cabroncito che vi ha vinto ben undici edizioni.

Sul circuito tedesco avrà occasione di misurare sé stesso,  il mezzo a disposizione, le gomme, il team e l’intero pacchetto, dato che gli è amico. Avendo il riferimento delle volte in cui è andato meglio e peggio, saprà comportarsi in maniera adeguata e individuare cosa deve essere modificato“, ha proseguito nella sua disamina rimandando all’evento in Germania valutazioni più veritiere.

Una previsione poi smentita dai fatti quella di Pedrosa con le 5 cadute in tre giorni per Marquez, il quale si è addirittura sfogato contro la sua Honda “indomabile”, rivolgendogli un eloquente dito medio in diretta tv. 

Per concludere, Pedrosa ha tirato una stoccata alla sua ex equipe, accusandola usando una metafora campestre di “aver seminato male”, e di conseguenza di non poter raccogliere quanto e come atteso. Che il riferimento sia proprio al fatto che negli anni ha focalizzato lo sviluppo, sbagliando, solo su un rider?

Impostazioni privacy