Pedrosa fa le pulci alla Ducati, svelato nuovo segreto: questa trovata è davvero geniale

Dani Pedrosa ha lanciato un sospetto non da poco sulla Ducati, che può essere il segreto della superiorità della moto italiana.

La stagione di MotoGP targata 2023 vive sotto il dominio netto di casa Ducati, con una percentuale di vittorie che ridicolizza la concorrenza. Il marchio di Borgo Panigale sta facendo ancor meglio di quanto si era visto lo scorso anno, con una Desmosedici GP23 che è un mezzo perfetto, con punti deboli prossimi allo zero.

Ducati l'accusa di Pedrosa
Ducati con Pecco Bagnaia in azione in India (ANSA) – Nextmoto.it

La gara di Misano è stata una delle più dominate di tutto l’intero campionato, con Jorge Martin, Marco Bezzecchi e Pecco Bagnaia in grado di fare il vuoto. Dietro di loro, l’unico a tenere un minimo il passo è stato Dani Pedrosa, fantastico quarto con la KTM e che ha anche messo pressione al campione del mondo nel finale di gara.

La Ducati ha messo in mostra un ritmo eccezionale, ma ora è anche Martin a fare la differenza, approfittando delle difficoltà fisiche di Pecco che comunque sta gettando il cuore oltre l’ostacolo. Quando si corre con problematiche come quelle seguenti al crash di Barcellona, è sempre difficile chiedere di più. Ciò che conta è che una casa italiana ci sta rendendo tutti orgogliosi, mentre le case giapponesi e le altre europee non riescono a trovare soluzioni per arginare questa superiorità così schiacciante.

Proprio Pedrosa, dopo il fine settimana di Misano, ha avanzato alcuni sospetti che sembrano avere del clamoroso, ma che ancora una volta sottolineano il suo immenso talento tecnico, che gli permettere di osservare tutto sotto un punto di vista più approfondito rispetto ai rivali.

Ducati, ecco le parole di Dani Pedrosa

Il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini è stato dominato dalle Ducati, ma dietro di loro, il primo degli altri è stato Dani Pedrosa. Dopo la gara, lo spagnolo ha parlato del grande talento che c’è nella MotoGP odierna, dichiarandosi stupefatto dal passo di Martin ed anche di quanto mostrato dal rider torinese in quelle condizioni fisiche molto probanti.

Ducati Pramac e la trovata
Ducati Pramac in pista (ANSA) – Nextmoto.it

Inoltre, Pedrosa ha avanzato alcuni sospetti sulla zona posteriore della Desmosedici GP23, in un’intervista riportata da “Motorsport.com“. Dal punto di vista dell’attenzione agli elementi tecnici e meccanici, nessuno è all’altezza di Dani, al quale è bastata una gara per accorgersi di un qualcosa che farà molto discutere.

Ecco il sospetto di Pedrosa: “Non so se siete riusciti a vedere quel rimbalzo che la gomma posteriore della Ducati, ma io l’ho visto bene quando la seguivo da vicino a Misano. Non è naturale e lo trovo strano. Devono aver fatto qualcosa che non abbiamo analizzato a fondo, forse è quella cosa che hanno sul posteriore, nella zona del codone“.

Pedrosa si riferisce a quella strana scatola che si trova sotto al codone, e le parole di Dani sono molto interessante: “Sembra che quando la ruota tende a sollevarsi ci sia qualcosa che aiuta a mantenere il contatto con l’asfalto, perché vedo un paio di rimbalzi che non sono per niente naturali“.

Impostazioni privacy