Novità 2012: Ossa Explorer, entry level tuttofare

Ossa Explorer
Ossa, casa spagnola di Girona che fin dal 1940 è sinonimo di off road, si sta preparando per l’entrata in produzione, prevista per febbraio, della nuova Explorer, motocicletta che richiama nel nome e nelle principali caratteristiche (praticità ed agilità) uno dei modelli di maggior successo nei primi anni ’70, periodo in cui gli iberici dettavano legge nel mondo delle competizioni fuoristrada e facevano faville anche a livello commerciale, in tempi però decisamente più felici per il settore due ruote.

Presentata in occasione di EICMA 2011, la nuova creatura iberica è sostanzialmente la sorella minore della super specialistica TR 280i, dalla quale eredita il motore 2T rovesciato da 272 cc, il cambio a sei rapporti ed il telaio in cromo-molibdeno che la colloca a metà strada tra una moto da trial ed una da enduro (tecnicamente si dovrebbe parlare di moto alpinismo, termine che però non rende affatto l’idea). 
 
La motocicletta si caratterizza anche per il peso molto ridotto (74 kg a secco) e la comoda sella posta a 820 mm da terra: tutto questo, unito alle grandi ruote (21” all’anteriore, 18” al posteriore), rende la Ossa Explorer adatta alle donne, ai centauri più alti e soprattutto ai piloti neofiti, alla ricerca di un mezzo versatile che consenta loro di fare esperienza sia nel traffico urbano che su lunghi ed impegnativi percorsi. 
 
La moto avrà un prezzo pari a 5900 euro e dovrebbe arrivare sul mercato italiano a partire dalla prossima primavera, anche se per la verità su quest’ultimo punto non ci sono ancora informazioni sicure. 
 
Invece sembra certo il grande successo di una moto del genere, specie in un momento in cui le entry level sono decisamente scarse e sottovalutate: la Ossa Explorer, insomma, può essere il mezzo ideale da comprare se si decide di abbandonare lo scooter per una moto vera o si vuole cominciare a prendere confidenza con le due ruote partendo direttamente da un motociclo.