Noriyuki Haga e Michel Fabrizio a Kyalami

[galleria id=”1779″]Il team Ducati Xerox con Noriyuki Haga e Michel Fabrizio dopo Monza si è diretto verso Kyalami dove è in programma un nuovo appuntamento della Superbike. 
 

La 1198 del team ufficiale l’anno scorso a Kyalami era stata molto competitiva, in un weekend dominato dalle “rosse” di Noriyuki Haga e Michel Fabrizio. Noriyuki fu o protagonista di una spettacolare doppietta e il suo compagno di squadra arrivò due volte secondo (facendo registrare anche il nuovo record della pista nella prima manche). In Gara 2 i due piloti Ducati Xerox tagliarono il traguardo con un vantaggio di oltre 8 secondi sul terzo classificato, Jonathan Rea.

Attualmente Noriyuki e Michel occupano rispettivamente la sesta e l’undicesima posizione nella classifica di un campionato che si sta rivelando estremamente combattuto, come hanno dimostrato i cinque round fin qui disputati. Ducati è al terzo posto nella Classifica Costruttori alle spalle di Suzuki e Aprilia. 
 

Domenica scorsa, a Monza, il primo appuntamento italiano della stagione, i piloti hanno dovuto lottare non solo in pista ma anche contro le difficili condizioni meteo, che hanno condizionato tutto il fine settimana. 
 

In un circuito dove Ducati ha pagato più degli altri anni uno svantaggio in termini di “top speed”, aggravato dal maggior peso e dagli air-restrictor da 50mm che limitano la potenza massima, sia Haga sia Fabrizio hanno lottato per raccogliere più punti possibile ottenendo rispettivamente un sesto e un settimo posto come miglior risultato. 
 

Noriyuki Haga: “Sono contento di tornare in Sud Africa, una pista dove l’anno scorso ho fatto molto bene. Staremo a vedere se hanno implementato le misure di sicurezza dopo il terribile incidente di Regis; lo spero davvero perché, anche se la pista mi piace moltissimo, è piuttosto pericolosa. Sarei contento se riuscissimo a trovarci nuovamente nella condizione di lottare per il podio.” 
 

Michel Fabrizio: “Se non avremo problemi di sorta a viaggiare, il pubblico potrà aspettarsi sicuramente di vedere un grande spettacolo. Sia Kyalami che Salt Lake, sono due round dove l’anno scorso sono andato molto bene e quindi sono fiducioso di poter essere di nuovo competitivo. Sarà bello corre su piste dove non partiremo svantaggiati come la settimana scorsa a Monza.”