La Superbike vola a Kyalami

[galleria id=”765″]Da Monza la Superbike va subito a Kyalami per il sesto round 2010. Il campionato esce per la seconda volta, quest’anno, dall’Europa per il round sudafricano in programma sul circuito di Kyalami il 15 e 16 maggio. 
 

Il circuito presenta notevoli dislivelli e una alternanza di curve veloci e lente ed è quindi una vera e propria sfida anche per i piloti più esperti. Ma la gara sudafricana è una impresa anche per le squadre e i tecnici a causa dell’altitudine che crea una diminuzione di potenza dovuta all’aria rarefatta.

Dopo la doppia vittoria di Max Biaggi e Aprilia Alitalia sul velocissimo circuito di Monza lo scorso weekend, il divario tra Max e il leader del campionato Leon Haslam (Suzuki Alstare) è sceso a tre punti. Lo scorso anno in Sud Africa la coppia Ducati composta da Noriyuki Haga e Michel Fabrizio ha dettato legge in ambedue le gare, costringendo le quattro cilindri ad inseguire. Quest’anno i piloti Ducati faticano a rimanere sui loro standard e Kyalami potrebbe essere la pista ideale per tornare competitivi. 
 

La gara di Monza ha messo in mostra il quasi completo equilibrio nel Mondiale Superbike come dimostrato anche dal team BMW Motorrad Motorsport che ha conquistato il suo primo podio grazie a Troy Corser. Anche il suo compagno di squadra Ruben Xaus ha colto il suo migliore risultato con la BMW, sesto a Monza. 
 

Il Kawasaki Racing Team ha fatto un passo avanti con Tom Sykes, entrato nella top-5 e tra i migliori sin dalle qualifiche. Chris Vermeulen, compagno di squadra di Sykes, sta ancora cercando di superare gli effetti del suo infortunio al ginocchio di Phillip Island e sta migliorando ogni settimana. 
 

Con piloti di prim’ordine come Jonathan Rea – salito sul podio a Kyalami nel 2009 – e il suo compagno di squadra nel team Hannspree Ten Kate Honda Max Neukirchner, e i Campioni del Mondo James Toseland e Cal Crutchlow che gareggiano per il team ufficiale Yamaha Sterilgarda, sono tantissimi quelli che possono puntare al podio. 
 

Crutchlow e Toseland sono già stati nei primi tre quest’anno. Cal ha conquistato due Superpole nella sua stagione di debutto in Superbike, dopo aver conquistato il Campionato del Mondo Supersport 2009. 
 

Un elemento tecnico che rende la gara nel 2010 ancora più interessante sarà il fatto che, a differenza dell’anno scorso, non c’è stato nessun test invernale ufficiale a Kyalami, e tutti i team dovrebbero cominciare il week-end in parità. 
 

Kyalami è un circuito nuovo per alcuni nel Mondiale Superbike, in particolare Leon Camier, un ‘rookie’ alla sua prima stagione completa sulla Aprilia RSV-4 Alitalia, ma già salito sul podio di Assen. Interesse non solo locale dovrebbe suscitare Sheridan Morais, su una Aprilia EmTek.