Motoraduni: Motogiro 2010 cronaca di un successo

Uno dei partecipanti al Motogiro 2010
La conclusione del Motogiro d’Italia, organizzato dalla Federmoto e dal motoclub Libero Liberati di Terni, ha regalato quest’anno un finale a sorpresa con la doppia vittoria di due centauri stranieri, fatto assolutamente inedito per la prestigiosa manifestazione.
L’olandese Hendrik Willemse in sella alla sua Guzzi Lodola 175 ha centrato per pochi centesimi il successo nella sua categoria, precedendo il campione in carica Marco Tommasini su Gilera Sport 175 e il centauro di casa Massimo D’Alessio terzo su una Moto Morini Tre Sette Sport.

Nella classe 125 il biker statunitense Hugh Schink su Motobi Imperiale si è classificato primo lasciandosi alle spalle Luciano Alessandrin su Ducati F3 e Giordano Tampellini.  
 
La gara si è svolta regolarmente, senza incidenti né infortuni degni di nota per i coraggiosi partecipanti; dei circa 200 che hanno preso il via, 150 hanno raggiunto il traguardo finale: una percentuale molto alta che sottolinea il buon lavoro dell’organizzazione sui temi della sicurezza
 
Contemporaneamente alla fine della presente edizione, gli organizzatori hanno rilasciato le prime informazioni sul motoraduno del 2011, che si terrà quasi sicuramente ancora nell’ultima settimana di maggio e partirà da Bologna, proprio come negli anni cinquanta. Il percorso si snoderà principalmente tra Emilia Romagna e Veneto, toccando centri come Abano Terme, Padova e Rimini
 
La FIM e il motoclub di Terni stanno anche pensando di internazionalizzare la manifestazione, probabilmente già a partire dal 2012, quando il Motogiro potrebbe prendere il via dalla Spagna o dall’Olanda e comprendere almeno tre tappe in terra straniera.