MotoGP, tifosi increduli: è accaduto ai box, lo hanno fatto davvero

Al termine della gara, nel box del pilota spagnolo succede di tutto, anche ciò che mai nessuno avrebbe osato immaginare. Che festa

Una gara così forse non se l’aspettava neanche lui. Alex Rins ha vinto il Gran Premio delle Americhe, terza tappa del Mondiale MotoGP. Un successo, questo dello spagnolo, arrivato al termine di una corsa che fatto tante “vittime” illustri, compreso Pecco Bagnaia che, cadendo, gli ha di fatto spianato la strada verso la vittoria.

MotoGP, il pilota taglia i capelli
MotoGP, incredibile nei box: è successo davvero (LaPresse) – Nextmoto.it

Doveva essere la gara del riscatto del campione in carica dopo la caduta in Argentina, e invece si è trasformato nel secondo incubo consecutivo. Un doppio zero che per il momento non influisce troppo sulla classifica ma che a fine stagione potrebbe farsi sentire.

Del resto, se non fosse caduto, staremmo già a parlare di un Pecco già in fuga in campionato, forte di quei 45 punti che sarebbero dovuti arrivare nelle ultime due uscite stagionali. E così in testa alla classifica c’è l’amico Marco Bezzecchi, a +11 su Bagnaia e a +17 da quello stesso Rins che in Texas ha fatto faville e che dopo aver tagliato il traguardo si è persino improvvisato… barbiere.

Alex Rins in versione “barbiere”: ci ha dato un… taglio netto

Strano ma vero non è un modo di dire o un eufemismo, ma Rins ha davvero tagliato i capelli ad alcuni colleghi della sua squadra per via di una scommessa. Rasoio elettrico e via con un taglio netto sulla testa dei suoi collaboratori per celebrare questa grande vittoria, arrivata al termine di una gara sontuosa da parte del pilota catalano che, dopo essersi guadagnato la prima posizione sfruttando la caduta di Bagnaia, ha spinto forte fino all’ultimo tenendo bene alle spalle la coppia Marini-Quartararo, arrivati rispettivamente secondo e terzo.

Alex Rins, che festeggiamenti
Alex Rins si “trasforma” in barbiere: il video (LaPresse) – Nextmoto.it

Rins si è dimostrato a suo agio sulla pista texana ancora una volta (quarta vittoria in carriera ad Austin) e ha riportato la vittoria al team di Lucio Cecchinello, che mancava dal gradino più alto del podio addirittura dal 2018, quando fu Cal Crutchlow ad imporsi nel Gran Premio d’Argentina di quella stagione.

Quella dello spagnolo è quindi un successo importantissimo per il team LCR, ma anche per tutta la Honda, che arriva da stagioni molto complicate, nel quale, senza Marquez, ha fatto una fatica tremenda ad emergere. Così come del resto fatica la sta facendo tuttora, con il solo Rins a giungere a traguardo tra i piloti del costruttore giapponese in occasione del GP texano.

Impostazioni privacy