MotoGP, Lorenzo si scusa per l’errore

Con un errore Jorge Lorenzo si è escluso dalla lotta per il titolo mondiale della classe motogp cadendo dopo pochi metri dal via del GP d’Australia.

Il pilota spagnolo della Yamaha si è scusato per l’errore soprattutto con Nicky Hayden, caduto proprio per la manovra errata del suo collega. 
 

Mi dispiace per l’incidente. Non tanto per il campionato, ma per l’errore. Non me lo aspettavo, da me stesso. E’ stata tutta colpa mia: ho sbagliato nel calcolare le distanze, Nicky ha frenato prima di quanto mi aspettassi e l’ho centrato. Pensavo di potermela comunque cavare, ma il mio freno anteriore era rotto. 
 

Così, quando ho affrontato la curva non sono riuscito a frenare e la ruota posteriore è scivolata parecchio. Ho qualche lieve ferita al naso ed al mignolo, ma avrebbe potuto finire ben peggio. Il fatto che non sia successo niente di grave è la cosa più importante; per il resto, anche se mi dispiace, sono cose che in gara possono capitare. 
 

Chiedo scusa a Nicky: gli ho rovinato la gara. Per quanto riguarda i punti, il campionato era comunque cosa difficile. Adesso, voglio solo pensare alle prossime due gare.” 
 

Dispiaciuto anche il team manager di Jorge Lorenzo, Daniele Romagnoli, che cerca di dare un punto di vista più sereno su quanto successo. 
 

“Non ce lo aspettavamo per certo un risultato del genere, neppure dopo un weekend così difficile. abbiamo incontrato molti più problemi di quanti ce ne aspettassimo; il team ha compiere un buon passo in avanti per il warm-up ed un ulteriore miglioramento per la gara: insomma, oggi abbiamo perso una possibilità di gareggiare per il podio. 
 

Semplicemente, non per il nostro weekend. Fondamentalmente, il campionato per noi ora è finito, ma ci impegneremo al massimo per le prossime due gare, come sempre fatto. Siamo fortunati che Jorge non abbia subito danni maggiori, visto l’incidente. Quindi, consideriamoci fortunati e trasferiamoci in Malesia.”