Motogp: Lorenzo in testa ad Assen

Jorge Lorenzo
Nelle prime prove della MotoGP ad Assen è ancora Jorge Lorenzo a ottenere il miglior tempo. Con la sua Yamaha il pilota spagnolo è stato il più veloce anche se per soli 11 millesimi rispetto a Casey Stoner. 
 

Inizia così nel modo migliore questa gara per il primo in classifica del mondiale che spera di poter aumentare il proprio vantaggio in campionato anche perchè le Honda di Andrea Dovizioso e Dani Pedrosa sono in quinta e sesta posizione.

D’altronde ad Assen Lorenzo si è trovato a proprio agio e veloce in sella alla M1 fin dalle prime battute, assestandosi al comando a metà sessione e rimanendoci, migliorando costantemente il proprio tempo. 
 

Ha provato sia le Bridgestone morbide che dure, ed ha lavorato soprattutto sul pneumatico anteriore, dato che proprio qui, un anno fa, aveva incontrato qualche problema in quell’area. 
 

Il tracciato è stato modificato alla chicane formata dalle curve sei e sette, ed il tempo messo a segno oggi da Lorenzo è risultato quasi un secondo più veloce di quello ottenuto lo scorso anno da Rossi, in pole. 
 

Jorge Lorenzo: “Sono felice di ciò che ho fatti oggi e mi sento molto a mio agio sulla moto; il clima è perfetto e Assen mi piace! La nuova curva è molto veloce e mi piace anch’essa molto, è divertente guidare gettandosi nella variante ad alta velocità. 
 

Si potrebbe probabilmente avere un po’ più di trazione ma abbiamo ancora due sessioni per lavorare e quindi l’obiettivo ancora una volta sarà quello di ottenere la migliore posizione possible in griglia. Il team sta lavorando molto bene e l’ambiente e l’atmosfera nel nostro box è sorprendente in questo momento”. 
 

Wilco Zeelenberg
, Team Manager Jorge Lorenzo: “La situazione atmosferica è ottima e siamo davvero felici, perché può essere molto brutto qui, ma sembra che sia costante, esattamente come è stato oggi Jorge! Si è divertito fin dall’inizio fin dall’inizio e si è visto guardando i suoi tempi. 
 

Abbiamo provato sia le gomme Bridgestone morbide che quelle dure e ha dedicato un po’ di tempo all’anteriore, dove l’anno passato aveva avuto qualche problema, ma ora sembra tutto a posto. Pensiamo che la pista sarà di circa due secondi più veloce, alla fine, dunque il passo migliorerà ancora, domani, ma siamo partiti bene qui in Olanda “.