Motogp: la Ducati adesso punta al podio

[galleria id=”1805″]Sembra strano ma la Ducati quest’anno non ha ancora ottenuto un podio in MotoGP. Adesso la squadra si è spostato in Olanda, sul circuito di Assen, dove sabato prossimo si correrà la sesta gara stagionale con l’ottantesima edizione del “Dutch TT”, dove spera di raggiungere questo risultato. 
 

Casey Stoner e Nicky Hayden sono contenti di avere l’opportunità di tornare subito in pista perché sono convinti di avere ancora molto da dimostrare in sella alle loro GP10. Entrambi amano in maniera particolare la pista olandese dove in MotoGP sono già saliti sul podio oltre ad aver conquistato una vittoria ciascuno: Hayden nel 2006 e Stoner nel 2008.

Casey Stoner è sicuro di poter tornare ad Assen grande protagonista: “Quest’anno a volte ho sbagliato io a volte abbiamo faticato a trovare il set up giusto ma in ogni caso, per un motivo o per l’altro, le cose non sono andate come dovevano nonostante avessimo l’opportunità di far bene e anche di vincere. Abbiamo velocità, un pacchetto tecnico competitivo e tutto il team sta facendo come sempre un ottimo lavoro quindi ad Assen riproveremo a rimettere insieme il tutto. 
 

Domenica scorsa nel warm-up eravamo riusciti a trovare un buon set up, forse ci mancava un po’ di “grip” ma in generale ero contento della moto quindi in teoria anche in Olanda dovremmo riuscire ad essere veloci. Non voglio comunque fare previsioni, devo solo continuare a lavorare bene con la mia squadra e vedere se insieme riusciremo a dare una svolta a questa stagione”. 
 

Nicky Hayden: “Assen è un circuito unico e speciale dove ho fatto alcune delle mie gare più belle. Negli anni è stato modificato, alcune parti sono migliorate altre meno. Molte curve sono leggermente paraboliche, il “grip” è molto buono e le puoi usare per aumentare la velocità. 
 

La parte più bella è l’ultima rapida “sinistra-destra”, un punto dove puoi staccare al limite e approfittarne per fare dei sorpassi decisivi. Non sono contento del risultato di Silverstone e ad Assen mi piacerebbe poter sfruttare gli ultimi progressi che abbiamo fatto sul set up della moto per fare meglio”.