MotoGP, il nuovo costruttore è ad un passo: ottima notizia per i fan

Per la MotoGP ci sono buone notizie, con una grande casa che è interessata al debutto in futuro. Ecco di chi si tratta.

Lo spettacolo della MotoGP torna in pista in questo week-end, con il Gran Premio di Francia sul tracciato di Le Mans. Tutti vanno a caccia del leader iridato Jorge Martin, che conserva 17 punti di vantaggio su Pecco Bagnaia, il quale si è riscattato dopo un periodo complesso con la vittoria di Jerez de la Frontera.

MotoGP, il nuovo costruttore è ad un passo: ottima notizia per i fan
MotoGP piloti in azione (ANSA) – Nextmoto.it

La notizia della settimana è però legata all’annuncio dei nuovi regolamenti, che nel 2027 daranno vita ad una rivoluzione totale. Motori da 850 cc di cilindrata, taglio all’aerodinamica e stop agli abbassatori sono le voci da cerchiare in rosso, con la MotoGP che grazie alle nuove norme potrebbe attrarre anche una nuova casa. Scopriamo di quale si tratta.

MotoGP, la BMW è seriamente interessata

Tempo fa si era parlato di un possibile ingresso di una nuova casa in MotoGP, ed ora le voci sembrano confermate. Stiamo parlando della BMW, che tanto bene sta facendo in Superbike, con Toprak Razgatlioglu ad appena 6 punti nel mondiale dalla Ducati di Alvaro Bautista, un tandem che lo scorso anno era irraggiungibile per la casa di Monaco di Baviera.

BMW parla il CEO
BMW in arrivo in MotoGP (ANSA) – Nextmoto.it

Markus Flesh, il CEO del reparto Motorrad, è entrato in carica nel novembre dello scorso anno, e si è dimostrato subito molto interessato al motorsport. A suo parere, i nuovi regolamenti possono essere la perfetta occasione per l’ingresso in MotoGP, dal momento che tutti ripartiranno quasi da zero. Nel corso di un’intervista rilasciata a “Speedweek.com“, ha dato garanzie in tal senso.

Ecco le sue parole: “Quando tutti ripartono da zero, è il momento giusto per pensare ad un ingresso. Ma fino a quel momento, dobbiamo avere successo in quello che già facciamo. Per me non c’è modo di ottenere una promozione senza prima vincere. L’ho detto alla squadra sin da subito, dobbiamo vincere il mondiale di Superbike, decideremo solo se avremo successo lì. Questo farà la differenza“.

In sostanza, la BMW arriverà in top class solo dopo aver vinto la Superbike, anche se Flesh ha affermato che nel frattempo, la preparazione per la classe regina potrebbe già iniziare. Dopo l’addio di Suzuki, il Motomondiale si è trovato senza un costruttore importante, ed un colosso come la BMW potrebbe seriamente puntare in alto. I prossimi mesi ed i risultati tra le derivate di serie saranno decisivi.

Impostazioni privacy