MotoGP, il campione spiazza tutti: non gli interessano le moto, ecco perché gareggia

La MotoGP ha perso un grande campione qualche anno fa, che ora fa tutt’altro nella vita. Ecco di chi si tratta.

La stagione di MotoGP targata 2023 vive sul dominio della Ducati, con Pecco Bagnaia ormai lanciato verso il bis iridato. La casa di Borgo Panigale, nonostante il successo dell’Aprilia di Aleix Espargarò a Silverstone, ha il pieno controllo della situazione, con una superiorità che poche volte si è vista in passato.

MotoGP jorge lorenzo moto
MotoGP rider in azione (ANSA) – Nextmoto.it

Il duro lavoro svolto negli ultimi anni ha pagato ed anche parecchio, ma è chiaro che per la MotoGP un gap così evidente con la concorrenza non sia una buona notizia. La top class ha già dovuto affrontare il ritiro di alcuni grandi campioni del passato, ed ora non c’è neanche lo spettacolo a dare man forte.

In questi anni si sono fermati Dani Pedrosa, Jorge Lorenzo e Valentino Rossi, con Marc Marquez a mezzo servizio ormai dal 2020. A questo punto, andiamo ad ascoltare le parole di uno di loro, che ha deciso di cambiare vita a seguito di un brutto infortunio qualche anno fa.

MotoGP, Jorge Lorenzo e la sua nuova vita

Alla fine del 2019, Jorge Lorenzo decise di dire basta con la MotoGP, terminando una carriera decennale nella top class. Il suo debutto era avvenuto nel 2008, ed il periodo in Yamaha, che si concluse poi nel 2016, era stato quello più bello. Il rapporto con la casa di Iwata gli fruttò ben tre titoli mondiali, conquistati nel 2010, nel 2012 e nel 2015.

Jorge Lorenzo ed il suo ritiro motogp moto
Jorge Lorenzo cinque volte campione del mondo (ANSA) – Nextmoto.it

Il maiorchino è stato uno dei più grandi talenti della top class moderna, piegato dagli infortuni nella parte finale della carriera, che lo hanno portato a fermarsi anche troppo presto. Jorge è stato intervistato da “Formulapassion.it“, ed ha raccontato alcuni aspetti molto interessanti, che vale la pena ascoltare.

Ecco le sue parole: “Se mi manca la MotoGP? Mi manca vincere, che sia una gara o un campionato. La moto per me era un mezzo per avere successo. Di rivali ce ne sono stati tanti in vita mia, prima Dani Pedrosa, poi Casey Stoner. In seguito, è stato il turno di Valentino Rossi e di Marc Marquez, non è facile sceglierne uno“.

Lorenzo ha poi affermato che la sua più grande gara sulle due ruote fu Valencia 2015, perché attorno a lui c’era una pressione altissima, che è riuscita a mettere da parte per vincere il mondiale. Lo spagnolo ha dichiarato che in quel caso, fece vedere la migliore versione di sé stesso in moto.

Jorge è un talento cristallino, che ora gareggia nella Porsche Supercup, dove non è facile emergere. Il maiorchino, così come Valentino Rossi, ha scelto le auto, ed entrambi hanno il sogno di correre la 24 ore di Le Mans. Il “Dottore”, con ogni probabilità, lo farà già il prossimo anno con la BMW, alla luce dei grandi risultati che sta ottenendo. Lorenzo, invece, nel monomarca dove corre è più in difficoltà ed ha bisogno di più tempo per stare davanti, ma siamo sicuri che troverà le giuste contromisure prima o poi.

Impostazioni privacy