Motogp: i piloti Suzuki pronti per il Mugello

C’è fermento in casa Suzuki in vista del gp del Mugello. Loris Capirossi e Alvaro Bautista sono seriamente intezionati a cogliere dei piazzamenti degni di nota, per riscattare un inizio di stagione parecchio deludente. Tra infortuni e uscite di scena di vario genere, i due non sono ancora riusciti ad esprimersi al meglio. Ciò ovviamente ha gettato nello sconforto la casa base, che proprio in vista di questa stagione ha effettuato dei consistenti investimenti. Nulla tuttavia è perduto. Il campionato è ancora lungo, pertanto è lecito attendersi diversi colpi di scena.

A cominciare da Loris Capirossi che è desideroso di tornare al top, dopo che negli ultimi due gp è stato costretto ad un prematuro ritiro.
 
Sono ancora molto deluso e arrabbiato per quello che è successo a Le Mans e a Jerez, – ha chiosato Capirexma ormai è passato e non possiamo cambiarlo, però possiamo cambiare quello che succederà nel futuro e cercheremo di farlo in tutti i modi. Il Mugello è un buon posto per tornare competitivi e ce la metterò tutta per riprendere in mano la stagione“.
 
Altrettanto grintoso ed ottimista Alvaro Bautista, che è riuscito in tempo record a ristabilirsi dalla frattura alla clavicola causata dall’uscita di pista di Le Mans. Dopo numerose sedute di fisioterapia, il pilota spagnolo è convinto che sarà in forma per scendere in pista per la sessione di prove di venerdì.
 
Sto un po’ meglio e mi sento ogni giorno più in forza. Ho ancora dei lividi, ma stanno iniziando a guarire. Sto cercando di mettermi in forma per la gara del Mugello, a questo punto penso di essere al 95% della forma, ma quell’ultimo 5% sarà la parte più difficile; so di avere ancora del lavoro da fare“.