Motogp: Capirossi sente il peso dei test

La stagione 2010 sarà cruciale per il team Rizla Suzuki. La scuderia in questione sarà chiamata a dare il massimo dopo diversi anni trascorsi in sordina. Un eventuale fallimento non verrebbe in alcun modo tollerato né dalla casa madre né dal main sponsor Rizla. Entrambi infatti sostengono che per proseguire l’avventura in motogp siano necessari dei risultati convincenti. Pertanto Loris Capirossi e Alvaro Bautista avranno addosso un peso non indifferente. Da loro (seppur in parte) dipenderà il futuro di uno dei più blasonati team della classe regina del circus Dorna.

Di questo peraltro è consapevole lo stesso Capirex, che si è detto particolarmente carico in vista dei test in Qatar, giacchè in quel di Losail avrà modo di approcciarsi finalmente alla nuova Suzuki GSV-R.
 
Fermo restando però che non mancheranno le grane da risolvere. Il pilota emiliano infatti ha parlato apertamente delle problematiche della scuderia in relazione alla prossima sessione di prove. “Sono particolarmente carico in vista delle prove; quest’anno abbiamo lavorato solo un paiò di giorni sulla moto, dunque dovremo dare il massimo durante i due giorni in Qatar” ha detto. “Ci attende un intenso lavoro di sviluppo sul motore, sulle sospensioni e sull’elettronica“.
 
Oltre ciò il pilota si è soffermato sulla valenza dei test di Losail. “Sarà interessante capire come si comporterà la moto quest’anno in relazione alle differente condizioni climatiche; in questo senso le fredde notti qatariote potranno esserci d’aiuto. La GSV-R ha lavorato bene a Sepang nonostante il gran caldo. Resta da vedere in che modo varierà il rendimento in presenza di un diverso meteo“.