MotoGP Assen: Jorge Lorenzo dominatore assoluto

Jorge Lorenzo ha vinto in MotoGP ad Assen
Jorge Lorenzo impone ancora la sua legge in MotoGP: il campione spagnolo della Yamaha parte bene e se ne va, lasciandosi alle spalle Spies e Pedrosa, con lo spagnolo di HRC autore di una partenza fenomenale dalla terza fila. Quando ormai tutti si aspettano l’ennesima fuga dell’iberico, Daniel Pedrosa sfrutta al massimo la gomma morbida che ha deciso di montare al posteriore e raggiunge il connazionale imitato poco dopo da Stoner, anche lui con gomma morbida posteriore.

Intorno al quindicesimo giro, è pero la gomma posteriore della M1 a lavorare meglio e Lorenzo fa di nuovo il vuoto e va a vincere precedendo proprio Pedrosa e Stoner, che centra il podio, coronando le aspettative della Ducati per il fine settimana olandese. Al quarto posto si piazza l’americano Ben Spies del team Monster Yamaha Tech 3, ormai vera e propria rivelazione della stagione e capace di tenere a bada Andrea Dovizioso, in lotta per il mondiale, e una vecchia volpe come Randy de Puniet, ancora una volta migliore nelle qualifiche che in gara. Un passo indietro invece rispetto alle qualifiche e al precedente round di Silverstone per Marco Simoncelli, costretto ad accontentarsi di un nono posto, dietro a Hayden ed Edwards
 
In ottica mondiale, il dominio di Lorenzo appare incontrastabile: non si riesce proprio a vedere chi possa fermare l’iberico, ormai lanciato verso una vittoria quasi scontata. Il solo in grado di impensierire il maiorchino potrebbe essere proprio Pedrosa, ma al momento HRC non sembra in grado di colmare il netto divario tecnico con la moto del team Fiat Yamaha diretto da Wilco Zeelenberg. Se le cose continuassero così solo il rientro di Rossi potrebbe ridare linfa ad una classe regina la cui championship pare ormai segnata.