MotoGP, ammesso il segreto di Valentino Rossi e Marc Marquez: confessione scioccante

I piloti più vincenti della storia della MotoGP sono stati Valentino Rossi e Marc Marquez. Diversità a parte i due avevano anche molto in comune.

I campioni quasi sempre presentano caratteristiche simili: hanno ambizione, talento, testa dura e un fisico altrettanto forte. Valentino Rossi ha completamente cambiato la top class, sconfessando le regole non scritte di una categoria che aveva bisogno di essere svecchiata. Non si era mai visto un motociclista dal talento del numero 46.

MotoGP, ammesso il segreto di Valentino Rossi e Marc Marquez
I piloti più vincenti della storia della MotoGP sono stati Valentino Rossi e Marc Marquez (Ansa) Nextmoto.it

Il Dottore incarnava il concetto di pilota moderno. Abile davanti ai giornalisti, grazie ad una personalità anticonformista, veloce in ogni circostanza in pista e molto furbo contro i suoi acerrimi avversari.

I mind games del centauro di Tavullia misero in serissima crisi Biaggi, Gibernau, Stoner e tanti altri campioni. Marc Marquez, invece, ha dimostrato di non temere nessuno. Dopo lo scandaloso epilogo del campionato 2015, avvolto da mille polemiche, chiunque sarebbe uscito con le ossa rotte dal confronto mediatico con la fazione del Dottore.

Marc dimostrò di essere un rider con una mentalità inscalfibile. Conquistò 4 titoli mondiali di fila e solo il terribile infortunio di Jerez de la Frontera ha limitati i suoi numeri. Come Rossi è stato spinto dalla volontà di vincere su due mezzi diversi.

Ha lasciato l’ovile della Honda per sposare il nuovo progetto della casa di Borgo Panigale. I risultati gli hanno già dato ragione, ma vorrà portarsi a quota 9 titoli come l’italiano. Perché Marc Marquez e Valentino Rossi hanno vinto così tanto? La risposta ci arriva dalla pilota motociclistica Beatriz Neila.

Valentino Rossi, oltre al talento c’è di più

Nell’intervista al programma Fast & Curious, Beatriz Neila ha spiegato cosa si nasconde dietro alla serie dei successi che i top rider della MotoGP hanno ottenuto in carriera. Nelia, ai microfoni di Motosan, ha ammesso: “È molto dura arrivare in MotoGP e fin da quando ero piccola sapevo che sarebbe stato molto difficile, ma per me come per tanti altri corridori, ma soprattutto per me, perché non importa quanto mi alleno e quanto mi dedico al 100%. A livello fisico non riuscirei a restare in testa alla corsa in MotoGP dietro a Marquez o Rossi, non perché io sia meno pilota, per niente, ma perché fisicamente siamo diversi“.

Valentino Rossi, oltre al talento c’è di più
Confronto Rossi – Marquez (Ansa) Nextmoto.it

Neila ha ammesso che è la struttura fisica unita al talento che ha reso i due campioni leggendari. Va dato credito alle dichiarazioni della pilota spagnola vincitrice di quattro titoli europei femminili. E’ la primissima rider confermata per la nuova Coppa del Mondo femminile che debutterà con sei appuntamenti.

Impostazioni privacy