Motodays 2010: Fabrizio ospite d’onore

La terza giornata della Fiera Motodays 2010 a Roma ha confermato il grande successo del Salone Moto&Scooter del Centro-Sud Italia. Ad aumentare notevolmente, oltre allo spazio espositivo, al numero degli espositori ed agli eventi in programma in pista e nei padiglioni, sono stati anche gli ingressi registrati alle biglietterie nelle prime giornate della manifestazione, che hanno fatto segnare un + 48% di presenze rispetto al 2009, praticamente il doppio rispetto alla passata edizione. 
 

Grandi protagonisti di oggi sono stati Michel Fabrizio e Niccolò Canepa, invitati al convegno “La pista come laboratorio” organizzato dal Gentlemen’s Motor Club di Roma (che li annovera tra i piloti associati).

“Prima di arrivare al mondiale è importante fare la “gavetta” nei campionati nazionali – ha detto il genovese Canepa, impegnato quest’anno con lo Scot Racing Team nella neonata Moto2 – ti permette di fare esperienza e di arrivare pronto alle competizioni nazionali. A me è servito molto”.  
 

Il capitolino Michel Fabrizio, pilota del quartiere Anagnina, ha parlato invece della sua personale esperienza tra le vie di Roma. “Con la moto non vado mai veloce in mezzo al traffico. Anche perché per strada non ho mai trovato team manager pronti ad ingaggiarmi – rivela con una battuta il pilota ufficiale Ducati Xerox Team in Superbike – consiglio a tutti di farlo in pista… 
 

E’ più sicuro e più divertente. Il rapporto con Vallelunga? La mia carriera è iniziata e si è sviluppata lì. Abito a 7 chilometri dalla pista e all’ultima gara del mondiale Superbike organizzata sul “Piero Taruffi” ho chiuso al secondo posto. Spero che si torni a correre lì quanto prima perché mi manca solo la vittoria”. 
 

Non solo italiani. A Motodays è stata anche la giornata di un altro pilota Superbike, l’alfiere BMW Ruben Xaus. Nel pomeriggio, il campione spagnolo è stato protagonista di un simpatico “A tu per tu” sul palco di Radio Globo, durante il quale ha commentato le foto della sua carriera ed ha risposto alle tante domande fatte dal pubblico di Motodays. 
 

Sempre a proposito di BMW, grande spettacolo l’ha regalato Chris Pfeiffer, che si è esibito sulla pista di Motodays in sella alla sua F800. Il 40enne tedesco, vincitore di quattro campionati mondiali ed europei di “stunt riding”, ha esaltato la folla presente sugli spalti con le sue numerose evoluzioni.