Motocross, soddisfazione per gli Under 17

A Castiglione del Lago, pista con tutte le caratteristiche di un tracciato “Mondiale”, si sono messi in evidenza i giovanissimi italiani nel campionato Under 17 con le moto da cross 125 2 tempi, piccole ma veloci per poter imparare in vista di un futuro inseguendo il sogno di Cairoli e Philippaerts. 
 

Il programma di sviluppo per i Piloti di Interesse Nazionale, attuato dal Settore Tecnico FMI e messo in campo dallo Staff Tecnico MX capitanato da Traversini Thomas, sta ripagando sulle scelte fatte.

A metà del 2009 ci fu grande soddisfazione da parte dei Tecnici FMI dopo che la commissione Nazionale Motocross, presieduta da Andrea Barbieri, concretizzò tante delle indicazioni fornite: tutte scaturite dall’analisi dei campionati nazionali ed internazionali nel corso degli ultimi due anni, dalle attività formative e di allenamento a vario livello e dagli studi sulla performance dei piloti. 
 

E, dopo la seconda prova degli Internazionali MX, svoltasi a Castiglion del Lago, c’è stata l’ennesima conferma dell’ottimo lavoro in corso: 72 i piloti presenti sul circuito di Gioella, dei quali più di un terzo con una moto 2 tempi di 125cc. 
 

Nella classifica assoluta degli Under 17, sono quattro i 125cc presenti nelle prime cinque posizioni e ben tre piloti, sempre nei primi cinque, che nel corso di questi ultimi anni hanno vestito Maglia Azzurra Junior nei Campionati Europei Minicross. 
 

A confermare l’importanza di queste attività c’è anche la sempre crescente attenzione che i paesi d’oltralpe stanno rivolgendo a questo campionato Under 17 125cc. 
 

“C’è molta soddisfazione da parte nostra – ha dichiarato il Direttore Tecnico Motocross Traversini – perché tutti i piloti che abbiamo seguito dal minicross, ed ora approdati in 125, stanno dimostrano un ottimo adattamento. Credo che il due tempi sia lo step giusto per i giovani piloti e questo può permetter loro di crescere in modo accurato. 
 

Negli ultimi due/tre anni c’è stata una evoluzione importate ed oggi iniziano a dimostrarlo i risultati. L’augurio è quello che nei prossimi anni ci sia una ulteriore crescita da parte di questi in maniera di vederli ben figurare in MX2”.