Moto Guzzi, scongiurata la cassa integrazione?

[galleria id=”368″]Si è parlato molto del Gruppo Piaggio in Cassa Integrazione in queste ultime settimane, ma nello specifico adesso è la volta del marchio Moto Guzzi.

Il Presidente del Gruppo Piaggio Roberto Colannino ha voluto scongiurare, almeno per quest’occasione, la cassa integrazione per i dipendenti Moto Guzzi dello stabilimenti di Mandello Del Lario. 
 

Lo ha fatto prima dell’incontro con alcuni rappresentanti delle organizzazioni sindacali del prossimo 22 settembre, dove si deciderà le sorti dei prossimi mesi del marchio Guzzi. 
 

“Non chiuderemo lo stabilimento di Mandello Del Lario che restera’ lo stabilimento della Moto Guzzi. In un mercato che quest’anno e’ stato molto negativo in Europa, pensiamo di stabilizzare le vendite dei prodotti moto Guzzi sulla base di un numero di persone che andremo a presentare alle organizzazioni sindacali per evitare la cassa integrazione.” 
 

La buona notizia quindi è anche la sopravvivenza dello storico stabilimenti di Mandello Del Lario dove la Moto Guzzi ha prodotto moto splendide nella propria storia. 
 

“Faremo importanti investimenti di ristrutturazione sia industriale che tecnologica nel senso di nuovi modelli della nuova linea di prodotti moto Guzzi sulla quale stiamo lavorando. 
 

Gli incentivi governativi sull’acquisto di veicoli a due, tre e quattro ruote rappresentano inoltre uno strumento necessario e politicamente giusto, e questo obbliga il governo al suo mantenimento almeno per tutto il 2010. 
 

Senza incentivi il mercato ripiomberebbe in una fase negativa: o chiudiamo le fabbriche o, meglio, le rifiutiamo. Il governo deve garantire gli incentivi anche per aiutare l’occupazione e incentivare i consumi.”