Loris Capirossi non corre ad Aragon

[galleria id=”1767″]Questo fine settimana il team Rizla Suzuki sarà rappresentato da un solo pilota nel Gran Premio di Aragón in Spagna. Sarà Álvaro Bautista a rincorrere la bandiera a scacchi, mentre Loris Capirossi rimarrà fuori a causa di un infortunio alla mano. 
 

Bautista parteciperà al suo “terzo” Gran Premio di casa della stagione. Aragón è stato incluso nel calendario 2010 in sostituzione della gara ungherese. Lo spagnolo venticinquenne – determinato a migliorare le promettenti prestazioni delle ultime due gare – abita vicino a Madrid e avrà numerosi tifosi ad Aragón.

Loris Capirossi sarà invece costretto a perdere la gara a causa dell’infortunio procurato nell’incidente con Nicky Hayden al primo giro di Misano. Il tendine del mignolo della mano destra è stato riattaccato e sta guarendo ma, su consiglio del chirurgo, deve rimanere immobilizzato almeno per un’altra settimana per evitare di danneggiare l’esito dell’intervento. 
 

“Sono molto deluso e dispiaciuto di non poter partecipare alla gara di Aragón, ma il medico mi ha detto di riposare la mano un’altra settimana. È ancora un po’ dolorante, vado in ospedale tutti i giorni per la medicazione, sarei in grado di correre ma non sarei abbastanza in forma e potrei pregiudicare la mia partecipazione e competitività a Motegi, per cui meglio rimanere a casa. 
 

Auguro il meglio ad Álvaro per tutto il fine settimana e spero che porti a casa un buon risultato per tutti noi, ne abbiamo proprio bisogno. Sarò di nuovo in pista per le tre gare successive del mese prossimo e cercherò di ottenere lì qualche buon risultato su circuiti su cui so che possiamo fare bene”. 
 

Alvaro Bautista sarà l’unico pilota in pista per il team Rizla Suzuki al GP d’Aragon, e cercherà di ottenere un buon risultato. 
 

“Sono davvero emozionato per la gara perché è un circuito nuovo per tutti e quindi partiremo tutti allo stesso livello. Avere una sessione di libere in più è positivo, potremo mettere a punto la moto e iniziare a conoscere il circuito. Siamo già stati ad Aragón all’inizio dell’anno per un evento e abbiamo provato il circuito su moto da strada; è una bella struttura e non vedo l’ora di gareggiare. È un peccato che Loris non ci sia, avrò più responsabilità, essendo l’unico pilota Rizla Suzuki, ma sono determinato a ottenere un buon risultato per tutto il team davanti ai miei tifosi.”