Loris Capirossi dice di Stoner “Non si sacrifica”

[galleria id=”1767″]Loris Capirossi e Casey Stoner sono stati compagni di squadra con la Ducati nella stagione 2007 della Motogp. Il pilota italiano lo conosce bene quindi l’australiano, e si è così permesso di giudicare la sua personalità ed il modo di affrontare la professione di pilota del motomondiale. 
 

Capirossi crede che Stoner sia una meteora e che non ha passione per il motociclismo come lui o come Valentino Rossi. Stoner non sarebbe così un pilota pronto al sacrificio per provare a vincere e guidare sempre al massimo, come ha affermato al mensile Riders Italian Magazine.

Stoner potrebbe rivelarsi una meteora. Ancora non so se abbia veramente la passione per le moto quanto me e Valentino. Ha un grande talento ma non una mentalità da vincente. La parola sacrificio per lui è troppo grande. Lui vive col suo talento, non convive col sacrificio. Ma per essere completo devi anche saperti sacrificare”. 
 

Su Jorge Lorenzo i toni sono diversi: “Lorenzo a me piace molto perché è uno genuino, ignorante. Nel nostro linguaggio ignorante vuol dire uno che non ha paura, uno tosto. Lui è uno aggressivo anche nelle dichiarazioni, che spara quello che pensa, alle volte anche troppo. Purtroppo nel nostro mondo non puoi dire quello che pensi. Se no hai una vita corta, e lui è un po’ così, un galletto”. 
 

Nel corso dell’intervista Capirossi confessa che, se avesse la residenza in Italia e non a Montecarlo, voterebbe Berlusconi: “A me lui piace da morire. Un grande. Lui a un certo punto ha detto: ‘io ho tutto, ho creato un impero, pero’ voglio restare nella storia. 
 

Cosa posso fare per restarci? Entrare in politicà. E lo ha fatto. Lui è un personaggio coi c…, che dà da lavorare a mezza Italia. Non vedo l’ora di poterlo conoscere e di parlarci”. Su Antonio Di Pietro: “No comment, è meglio”.