Leon Camier sul podio per la prima volta

[galleria id=”1813″]Era difficile scommettere sull’esplosione di Leon Camier nel campionato mondiale Superbike. Fiutata l’occasione d’oro dopo le promettenti cose fatte vedere alla fine della stagione 2009, il ragazzino inglese si è messo in testa fare sul serio e dopo sole quattro gare dal via del nuovo campionato è riuscito a centrare il podio di tappa. 
 

L’ha fatto ad Assen, su un circuito che non vedeva da dieci anni, al termine di una gara spettacolare e di una prestazione all’altezza dei top rider della categoria battagliando in gara 1 con Jonathan Rea e James Toseland suoi connazionali nel mondiale Superbike.

Il 23enne di Ashford ha seguito fino in fondo la prima regola delle corse (“batti il tuo compagno di squadra”) finendo davanti al più esperto romano sia in prova che in gara uno, chiusa al terzo posto mentre Max Biaggi passava sesto sotto la bandiera a scacchi. 
 

Camier ha dato spettacolo e lottato per il podio anche in gara 2, prima di finire in terra a causa di una guida troppo aggressiva per una messa a punto meno ideale. 
 

‘Ovviamente sono molto contento per come è finita gara 1 perché è ho centrato il mio primo podio in Superbike – dice il vincitore del BSB 2009 – sfortunatamente, in gara 2, ho perso molto tempo alle spalle di Toseland: teneva delle strane traiettorie e per questo motivo è stato molto difficile passarlo. 
 

Conquistato il terzo posto ho visto che il gap tra me e Haslam si riduceva sempre di più ed ho provato a spingere forte per riprenderlo ma frenando troppo tardi in entrata ho perso il grip sull’anteriore e sono caduto. Devo considerare il bicchiere mezzo pieno: abbiamo lavorato bene e siamo cresciuti molto durante il fine settimana’. 
 

Foto di leon-camier.net