KTM contro le importazioni parallele

KTM 250 SX-F
KTM ha rilasciato una nota in cui denuncia i pericoli derivanti dall’acquisto delle sue moto da soggetti che non siano concessionari ufficiali del marchio austriaco. L’allarme riguarda soprattutto tutti i modelli da motocross e in particolare le SX-F 250 e SX-F 350. Acquistando infatti da una rete non ufficiale decadono le condizioni di garanzia sulla due ruote acquistata con tutti i diritti che la garanzia stessa offre al consumatore.

Inoltre solo i concessionari ufficiali della prestigiosa casa austriaca hanno le competenze necessarie per garantire adeguate operazioni di pre-consegna e di prima messa in moto e anche per gestire la documentazione ufficiale necessaria per adempiere agli obblighi di legge previsti e in particolare per il pagamento dell’IVA dovuta all’erario. 
 
Infine il costo dell’ iscrizione alle competizioni nazionali sotto l’egida della Federazione Italiana Motociclismo è doppio per tutti coloro la cui moto risulta acquistata fuori dalla rete ufficiale. 
 
La nota si conclude invitando tutti i possessori di SX-F 250 e SX-F 350 a contattare gli uffici di KTM Italia per avere ulteriori informazioni su questa faccenda e verificare, qualora ce ne fosse bisogno, se chi vi sta per vendere la moto è un millantatore o una persona regolarmente autorizzata dalla casa madre austriaca. 
 
Insomma un vero e proprio allarme da non sottovalutare se si vuole evitare che la garanzia di una moto appena acquistata diventi subito carta straccia ed anche spiacevoli incontri con la giustizia italiana per una documentazione di acquisto non in regola con gli adempimenti fiscali del nostro paese.