Kawasaki Ninja, mai vista così: sarà la prima della storia, appassionati increduli

La Kawasaki ha deciso di lanciarsi nel futuro ed ecco che ha mostrato al pubblico le nuove Ninja. Che sono un assaggio delle “verdone” che verranno.

Se pensiamo a moto iconiche, ce ne vengono in mente tante sullo stile Harley-Davidson o comunque naked. In realtà sono poche quelle prettamente di stampo sportivo che hanno lasciato il segno. Ma se ce n’è una che ancora oggi suscita il fascino di sempre, quella è la Kawasaki Ninja. Con questo nome sono state, durante gli anni, etichettate molte motociclette della casa giapponese Kawasaki. E tutto cominciò con la GPZ900R nel 1984 per il mercato nordamericano.

La Kawasaki rivoluziona la Ninja
la Kawasaki Ninja impegnata nel Mondiale Superbike (ANSA) – nextmoto.it

Tra le più apprezzate c’è la famiglia delle ZX, che rappresenta il vero e proprio fiore all’occhiello di casa Kawasaki. Una famiglia che proprio ultimamente ha visto la nascita di un modello ispirato alla Superbike, che addirittura è in edizione limitata per pochissimi fortunati fan del marchio.

Come in pieno stile “verdona”, queste moto si caratterizzano per il sound inconfondibile del motore a quattro cilindri in linea con raffreddamento a liquido, ma anche per il fatto di essere cattiva nelle linee, molto compatta, con un passo corto e un elevato rapporto tra potenza e peso. Insomma una vera belva da portare su strada e capace di ridare sensazioni uniche a chi le guida.

Kawasaki, la Ninja si rivoluziona

Anche il mondo delle moto ha deciso di abbracciare la rivoluzione elettrica e anche Kawasaki ha intrapreso questa strada. Forse troppo velocemente, perché ha fatto scalpore la presentazione dei primi due modelli di questo tipo, denominati proprio Ninja. Un modo per far assaggiare ai propri fan come sarà la giapponese del futuro.

I primi due modelli faranno il debutto ufficiale entro fine anno e sono una Z e-1 naked e una Ninja e-1 sportiva, che affiancheranno la Kawasaki Ninja 125 con motore a combustione. Entrambe però condivideranno lo stesso motore elettrico brushless che produce una potenza di picco dichiarata di 12,1 CV.

La Ninja si rifà il look
La versione elettrica della Ninja (Kawasaki Press Media) – nextmoto.it

Come quasi tutte le due ruote elettriche di oggi, le due Kawasaki potranno girare con due modalità di guida, la “Road” ed “Eco”. Ma è possibile anche avere tutta la potenza massima erogata per brevi periodi tramite un’opzione “e-boost”.

La ricarica delle due moto si ottiene rimuovendo le doppie batterie agli ioni di litio e utilizzando un dock o inserendo un cavo sotto il sedile. Per ora però non è dato sapere quale sarà la sua autonomia, anche se dalla casa madre promettono in linea alla concorrenza. Essendo però le prime motociclette elettriche, non aspettiamoci percorrenze esagerate.

Per quanto riguarda la livrea, le due moto saranno rifinite in argento metallizzato e verde lime opaco, che richiama il fatto di essere la prima Kawasaki veramente “green”, mentre altro fiore all’occhiello sarà il cruscotto TFT, con connettività smartphone e che visualizza tutte le funzionalità della moto.

La comunità internazionale chiede un’azione forte. Ma Kawasaki abbiamo investito non solo con i veicoli elettrici ma anche con tutte le altre potenziali opzioni – fanno sapere dall’azienda -. Continueremo inoltre a sviluppare e produrre modelli innovativi con motori a combustione interna“. Insomma la Ninja si fa green, ma per i fan della prima ora c’è ancora tempo per passare al “silenzio” dell’elettrico.

Impostazioni privacy