Jorge Lorenzo vuota il sacco, addio choc: tutta la verità

Jorge Lorenzo è tornato su uno degli episodi più contorti della sua carriera, che lo portò ad una drastica scelta. Cosa accadde.

Uno dei piloti che più manca alla MotoGP di oggi è senza dubbio Jorge Lorenzo, cinque volte campione del mondo del Motomondiale. Il rider maiorchino è salito sul tetto del mondo per due volte in Classe 250, in sella all’Aprilia, nel 2006 e nel 2007, per poi dire la sua, ed alla grande, in top class.

Jorge Lorenzo e l'addio alla Ducati
Jorge Lorenzo parla di un fatto contorto (ANSA) – Nextmoto.it

Lorenzo si è laureato campione del mondo per tre volte in MotoGP, sempre in sella alla Yamaha, nel 2010, nel 2012 e nel 2015, ma c’è una fase della sua carriera che non è andata come sperava. Ecco tutti i perché dell’addio alla Ducati, che ha lasciato molti tifosi con l’amaro in bocca.

Lorenzo, arriva la verità sull’addio alla Ducati

La parte finale della carriera di Jorge Lorenzo non è stata brillante come quella precedente, e dopo il titolo mondiale vinto nel 2015, non è più stato in bagarre per il vertice, almeno a livello di classifica generale. Nell’ultimo anno in Yamaha, ovvero il 2016, chiuse terzo, per poi passare alla Ducati.

Jorge Lorenzo Ducati i motivi dell'addio
Jorge Lorenzo Ducati nel 2018 (ANSA) – Nextmoto.it

La casa di Borgo Panigale aveva iniziato la propria ricostruzione sotto la gestione dell’ingegner Luigi Dall’Igna, con Andrea Iannone che riportò il marchio al successo nel 2016 in Austria, a quasi sei anni dall’ultima vittoria di Casey Stoner, risalente al 2010. Il marchio italiano decise di puntare sul maiorchino, affiancandolo ad Andrea Dovizioso.

Il 2017 fu un anno da incubo, in cui ottenne solamente due podi, chiudendo terzo a Jerez de la Frontera e ad Aragon, mentre Dovizioso si giocò il mondiale contro la Honda di Marc Marquez. Le cose migliorarono nel 2018, ma a quel punto, era già troppo tardi per cambiare.

Il 2018 fu l’anno della firma con la Honda in chiave 2019, ed il contratto fu stipulato pochi giorni prima del Gran Premio d’Italia. Lorenzo, a quel punto, non aveva ancora vinto una gara in quasi un anno e mezzo di guida con la Ducati, ma proprio al Mugello siglò il primo trionfo, con una gara da fenomeno assoluto.

Jorge piazzò la seconda vittoria di fila pochi giorni dopo, in quel di Barcellona, al Gran Premio di Catalogna, per poi sbancare anche Spielberg, al GP d’Austria. Tuttavia, era ormai fatta per il suo passaggio alla Honda, ed in un’intervista rilasciata da “Formulapassion.it“, ha raccontato la scelta di salutare la Ducati.

Ecco le sue parole: “Il mio addio alla Ducati? Non hanno funzionato le tempistiche, se avessi vinto al Mugello una settimana prima, avrei continuato con loro per qualche altro anno. Avrei potuto vincere un mondiale, forse anche due. Qualche giorno prima di quella gara, avevo firmato con la Honda perché sapevo che la Ducati aveva perso fiducia in me“.

L’amore tra il maiorchino e la Ducati non è mai sbocciato, ed è chiaro che il passaggio alla Honda fu la pietra tombale sulla sua carriera. Il 2019 fu un anno terribile, nel quale non lottò mai per il podio, decidendo di dire basta a seguito dei troppi infortuni. L’addio alla Ducati fu forse troppo affrettato.

Impostazioni privacy