Jonathan Rea ed il team Ten Kate corrono in casa

[galleria id=”1801″]Quest’anno Jonathan Rea ed il team Hannspree Ten Kate Honda non è riuscito a ottenere dei risultati positivi. Se era chiaro che quest’anno si voleva puntare al titolo, Rea e la Honda non sono riusciti ancora a vincere ma c’è speranza di rifarsi ad Assen. 
 

In questi giorni il team Ten Kate Honda è stato molto tempo a casa di recente, innanzitutto svolgendo un test di due giorni sul circuito di Assen la scorsa settimana, poi ha ospitato l’annuale ‘Pit Stop Day’ con i tifosi nella propria base di Nieuwleusen.

Jonathan Rea quinto in campionato, ha così dichiarato: “E ‘stato un grande piacere essere qui la scorsa settimana e incontrare tutti i fans di Ten Kate nuovamente nel ‘Pit Stop Day’: già mi sento mezzo olandese! Abbiamo avuto un importante test ad Assen la scorsa settimana lavorando per rendere una moto già buona ancora migliore. 
 

La curva modificata è veloce, ma a me piace, comunque, molto la pista e sono andato bene qui negli ultimi due anni. Abbiamo completamente modificato il bilanciamento della moto la settimana scorsa, spostando molto peso sul posteriore, che ha aiutato nella ricerca di grip come nell’accelerazione in uscita di curva. 
 

E’ difficile dare una valutazione corretta di queste prove fino a quando i nostri rivali non scenderanno in pista venerdì ma tutto sembrava andare bene anche quando abbiamo confrontato i dati con quelli dello scorso anno”. 
 

Insieme a Jonathan Rea corre Max Neukirchner, pilota tedesco che non è ancora riuscito a trovare una buona confidenza con la Honda in Superbike. 
 

“Il ‘Pit Stop Day’ di sabato nella sede di Ten Kate è stato sorprendente, un grande evento!. Poi sono tornato a Berlino per festeggiare il mio compleanno con amici e familiari. E’ stato molto importante provare ad Assen dopo aver avuto un altro weekend difficile a Valencia. 
 

E’ stato un inizio di stagione difficile e per questo abbiamo bisogno di più tempo possibile in pista per scoprire cosa sta andando male. Il livello di concorrenza in Superbike ora è molto più alto, per cui è facile scivolare in basso, anche se i nostri tempi sul giro non sono così indietro. Siamo stati in grado di fare alcuni progressi durante il test e cercheremo di continuare il lavoro quando torneremo in pista venerdì. 
 

Assen mi piace molto, anche se la preferivo prima dei grandi cambiamenti fatti pochi anni fa. Sono salito sul podio nel 2008 ed è andata bene anche l’anno scorso. So bene quanta fatica stanno facendo tutti e da parte mia farò del mio meglio per ottenere qualche risultato migliore per il team in questo fine settimana”.