Eicma 2009: Husqvarna SM 630

[galleria id=”1449″]Husqvarna ha presentato alla sessantasettesima edizione del Salone Internazionale del Motociclo di Milano (Eicma 2009), il modello 2010 della supermotard SM 610, ora SM 630. Cresce la cilindrata del monocilindrico, nuovo il serbatoio e l’impianto di scarico.

Alla fiera milanese, conclusa la settimana scorsa, Husqvarna porta le sue novità: la minicross CR 50, la rinnovata TE 630 della gamma dual e le supermotard SM 125, SM 450, SM 510 e la più grande SM 630.
 
La novità più importante per Husqvarna SM 630 è nel rinnovato motore monocilindrico, quattro tempi, di cubatura maggiore rispetto a prima, ora di 600cc, contro i 570cc del vecchio modello. Distribuzione ora DOCH e iniezione elettronica.
 
La ciclistica è composta dal telaio monotrave in tubi di acciaio sul quale c’è la predisposizione per montare il cavalletto centrale venduto separatamente come optional, dalla forcella anteriore Marzocchi a steli rovesciati da 45 mm, con escursione di 250 mm e dal monoammortizzatore idraulico, sempre Marzocchi, con escursione 290 mm.
 
L’impianto frenante è caratterizzato da un disco flottante anteriore da 320 mm con pinza radiale della Brembo, e da un disco posteriore sempre Brembo da 220 mm con pinza a singolo pistoncino.
 
Per quanto riguarda il design della SM 630, le livree sono state completamente ridisegnate, garantendole un look decisamente aggressivo. Il faro anch’esso ridisegnato ha una lampada più potente e si integra bene col parafango anteriore.
 
Anche il confort è migliorato, sia per il pilota che per il passeggero, con una nuova sella, caratterizzata da schiume a doppia densità, e dalle maniglie presenti sul telaietto posteriore che permettono al passeggero di tenersi.
 
La gamma cromatica è composta da due colori, il più sobrio bianco/alluminio e lo sportivo bianco/nero.