Ducati: record di presenze al WDW

Si è conclusa domenica la sesta edizione del WDW, il raduno internazionale della Ducati, caratterizzato da un’affluenza davvero record al “World Misano Circuit” da giovedì 10 a domenica 13 giugno. 
 

Sono state circa 60mila le presenze stimate nei quattro giorni, i partecipanti sono arrivati da tutti e cinque i continenti, provenendo da 28 nazioni del mondo. Volendo fare una statistica, il 60% delle presenze al WDW 2010 è sicuramente italiano, ma è il restante 40% a confermare il potere e l’appeal del marchio Ducati.

I “ducatisti” arrivano dagli USA, Europa, Australia, Grecia, Russia, India, ma anche da Brasile, Cina, Malesia, o addirittura Gabon o Nepal. Tutti appassionati e uniti dal “rosso” comune denominatore di passione Desmo che, in un evento come questo, trova la sua massima espressione. 
 

Il culmine di questi quattro giorni è toccato a sabato 12 giugno, che ha visto la massima affluenza di Ducatisti. A caratterizzare la giornata, oltre alle tantissime attività previste dal programma dell’evento, la gara di accelerazione che ha chiuso la serata e che ha visto sfidarsi in pista i piloti ufficiali Ducati (MotoGP e SBK), in sella a delle potentissime Ducati Streetfighter
 

Otto piloti hanno preso parte a questa corsa: Fabrizio, Haga, Bayliss, Checa, Byrne, Battaini, Hayden e Stoner, che non si sono risparmiati e hanno voluto dare il massimo per divertire il pubblico che affollava il paddock e le tribune di Misano. 
 

Dopo una serie di batterie di qualificazione, Noriyuki Haga, pilota ufficiale superbike del Ducati Xerox Team, ha vinto la sfida, staccando al photo-finish l’iridato MotoGP del Ducati Marlboro Team, l’americano Nicky Hayden, seguito a sua volta da Bayliss e Stoner. 
 

Subito dopo la gara, con tutti i piloti e il management sul palco (Gabriele Del Torchio, Claudio Domenicali, Filippo Preziosi), uno spettacolo di luci e suoni ha reso ancora più “magica” ed emozionante la serata.