Casey Stoner felice della vittoria di Aragon

[galleria id=”292″]La Ducati al Motorland Aragon una vittoria e un terzo posto grazie a Casey Stoner, che ha colto il primo successo stagionale, e Nicky Hayden, al suo primo podio del 2010. La vittoria di Stoner, che è scattato dalla pole position, è maturata dopo un corpo a corpo iniziale con Jorge Lorenzo e un duello a distanza, più o meno ravvicinata, con Dani Pedrosa per il resto della gara. 
 

L’australiano è riuscito ad amministrare un vantaggio di circa un secondo sullo spagnolo, che si è arreso solo nei giri finali chiudendo a oltre cinque secondi di distacco sotto la bandiera a scacchi.

Dopo aver sfruttato bene alcune modifiche di set up per le rispettive GP10, Casey Stoner è molto felice di esser ritornato alla vittoria in una delle sue ultime gare con la Ducati. 
 

“Questo risultato è davvero un bel sollievo. In Qatar avevamo la vittoria in tasca prima che commettessi un errore ma, anche in altre gare, abbiamo avuto delle buone opportunità che talvolta ho sprecato io stesso. Infine, durante la stagione, abbiamo avuto difficoltà a trovare quei pochi decimi che servivano per stare con Dani e Jorge. 
 

Questo weekend invece abbiamo cambiato molto l’assetto della moto per adattarla meglio alla mia posizione di guida e siamo riusciti a farla lavorare quasi esattamente come volevamo. Questa mattina nel warm-up sono scivolato ed ero un po’ preoccupato per la gara, ma non eccessivamente dato che era successo perché avevo toccato la linea bianca. 
 

Me ne sono tenuto ben lontano nei primi giri e, dato che avevamo il passo per farlo, abbiamo portato a casa questa vittoria. Voglio ringraziare il team, l’azienda e tutti quelli che mi sono stati accanto, mi spiace solo che ci sia voluto tanto tempo!”. 
 

A completare la giornata trionfale Ducati al Motorland Aragon ci ha pensato Nicky Hayden che ha concluso al terzo posto portando due Desmosedici sul podio. 
 

“E’ bellissimo essere riuscito a tornare sul podio e oggi mi sono davvero divertito. La moto è andata forte fin dalle prime prove di venerdì e in gara sono riuscito a partire bene e poi a rimanere con Jorge. Non c’era nessun punto dove riuscivo a mettergli davvero le ruote davanti e negli ultimi due giri lui ha spinto forte per andarsene. 
 

Io però avevo deciso che oggi un quarto posto non sarebbe stato abbastanza. Ho fatto una mossa che non ha previsto nella chicane e poi sono riuscito a chiudere tutte le linee. E’ un bel risultato per la Ducati, la squadra, gli sponsor e i tifosi. Sono felice di averli salutati dal podio: cercheremo di rifarlo altre volte prima della fine della stagione.”