Bimota: DB 8 pre produzione rubata a Rimini

Bimota DB 8: il motoveicolo rubato
Nei giorni scorsi è stata rubata una Bimota DB 8 in pre produzione: la moto si trovava sulla proprietà di uno dei meccanici del reparto Esperienze della casa riminese, meccanico che aveva il compito di eseguire le ultime verifiche prima dell’entrata in produzione del nuovo modello. Si tratta di un esemplare perfettamente definito e funzionante, dotato di targa prova dell’azienda romagnola e di chiave codificata, per cui il misterioso ladro non potrà utilizzare la motocicletta.

L’azienda non specifica, per ovvie ragioni, se la nuova DB 8 è dotata di sistemi antifurto tipo Crimestop o a rilevamento satellitare. Resta comunque da chiedersi se si tratti di un gesto isolato, magari di qualcuno che vuole guadagnarci vendendo i pezzi di ricambio, di un furto su commissione come avviene per le opere d’arte (e, come i recenti modelli Bimota, questa DB 8 è un capolavoro) o addirittura legato allo spionaggio industriale ai danni del prestigioso marchio italiano. 
 
Non saprei dire quale delle tre ipotesi sia la più realistica; di certo l’esclusività del marchio può indurre molti a fare una pazzia e molti effettivamente la pazzia la fanno davvero, affannandosi però in una frenetica corsa per prenotare i pochi modelli prodotti: quella del furto è una spiacevole novità, anche se normalmente queste motociclette vanno a ruba anche quando l’acquirente paga regolarmente. 
 
L’auspicio è che ladro venga al più presto assicurato alla giustizia o al limite che si penta e renda la moto all’azienda: la prima ipotesi è comunque la mia preferita visto che nessuno vorrebbe mai svegliarsi e non trovare più la propria moto.