Banco prova mobile: tempi duri per lo scooter-tuning

banco prova scooter
 
Contro gli scooter truccati arrivano i nuovi controlli su strada. Il Ministero dei Trasporti ha omologato un banco prova mobile, per poter verificare all’istante la velocità raggiunta dai ciclomotori in circolazione.

Tra i primi centri MCTCa dotarsi di questo nuovo strumento c’è la Motorizzazione Civile di Ancona che l’ha presentato a margine delle iniziative realizzate per la “Giornata Europea sulla sicurezza stradale”. Il banco prova può essere agganciato a un altro veicolo e trasportato su strada dove le pattuglie della Polizia Stradale e dei Vigili potranno procedere al fermo e all’accertamento delle caratteristiche dei ciclomotori sospetti e, in caso di irregolarità, sanzionare all’istante con una multa di 35 euro, senza parlare che potranno decidere un eventuale sequestro in caso di parti non omologate e certificate a libretto.
 
Se questa iniziativa si diffonderà in tutti i centri di Polizia saranno tempi amari per il tuning dei nostri beneamati scooter.

Gestione cookie