Superbike: Tamada non correrà a Phillip Island

Makoto Tamada
Il mondiale sbk 2010 inzierà senza uno dei suoi protagonisti. Tamada infatti non parteciperà al gran premio di Phillip Island, mentre sarà sicuramente della partita a Portimão (26, 27 e 28 marzo). Questa decisione non è ovviamente riconducibile alla volontà del nipponico, visto che è stata presa direttamente dal suo team (Pro Ride World Superbike). Problemi di natura logistica hanno portato la squadra gestita dall’Ing. Marco Nicotari ad optare per un soluzione così drastica. Soluzione che però ha deluso in primis gli stessi “prorideiani” che si sono scusati repentinamente per l’accaduto, dopo aver comunicato il tutto alla Infront.

Vi riportiamo inoltre le dichiarazioni “a caldo” esternate dai protagonisti della vicenda. Ecco quanto detto da Tamada: “Devo essere onesto e dire che sono deluso del fatto di non poter essere presente a Phillip Island. Mi è sempre piaciuto andare in Australia e la gente mi ha sempre sostenuto tantissimo. Tuttavia, credo che la decisione di Marco sia quella giusta. Siamo una squadra nuova, e non abbiamo avuto abbastanza tempo. E’ una decisione dura da prendere, ma credo che sia stata lecita e il tempo lo dirà.”
 
Dello stesso avviso anche l’Ing. Marco Nicotari (Technical & General Manager del team): “Una volta ancora ho dovuto prendere la decisione di mancare all’appuntamento di Phillip Island. Personalmente per me non è una cosa bellissima, perché Phillip Island è una pista che amo, pero come responsabile di una squadra e di un progetto che coinvolge tantissima gente ho dovuto pensare professionalmente, e una volta non siamo pronti al 100%, dovuto agli accordi presi tardissimo, è più intelligente stare a casa un mese in più e preparare tutto nel modo migliore. Vogliamo esserci a Portimão a tutto gas“.