Superbike: Lanzi correrà col team DFX corse

Lorenzo Lanzi
Un’altra buona notizia per i colori italiani. Lorenzo Lanzi ha finalmente trovato una sella per la prossima stagione. Il pilota cesenate ha raggiunto un accordo col team DFX corse, in virtù del quale gareggerà nel wsbk 2010 in sella ad una Ducati 1098R. Questa notizia è giunta peraltro in un momento particolarmente delicato per Lanzi. Recentemente il rider aveva palesato a più riprese la volontà di tornare a correre, senza però riuscire a concretizzare in tempi brevi il proprio desiderio. Il pilota infatti ha trascorso diversi mesi da svincolato, visto che non gli sono pervenute offerte degne di nota.

Ciò nonostante Lanzi non ha mostrato alcun segno di cedimento, dal momento che ha affermato nel corso delle varie interviste di guardare con fiducia al futuro. E col senno di poi bisogna dire che c’ha visto lungo, anche se in molti avevano bollato come impossibile un suo ritorno tra le fila dell’hannspree sbk championship.
 
Tuttavia, complice il forfait di Regis Laconi, è arrivata in ultima analisi la “richiamata” del team DFX, che ha visto in Lorenzo il pilota ideale per rimpiazzare il francese.
 
Questa inattesa convocazione ha ovviamente spiazzato Lanzi, che ha dimostrato ai microfoni dei giornalisti tutta la sua soddisfazione: “Volevo ringraziare Daniele Carli e DFX Corse per questo progetto, che mi consentirà di gareggiare, come unico pilota del team, nel campionato superbike 2010. L’anno passato ho corso pochi gp con loro, tuttavia ho apprezzato la professionalità del team. La certezza di prender parte all’intero campionato mi permette di affrontare questo impegno con il giusto stato d’animo e con il desiderio di riemergere ancora una volta“.
 
Oltre questo, ha anche aggiunto: “Sono sicuro di avere ancora qualcosa da mostrare a livello internazionale e sulla DFX Corse Ducati 1098R avrò un’altra possibilità, forse l’ultima, per dimostrare di cosa sono capace. Un grande ringraziamento va a tutti coloro che hanno reso possibile tutto questo. Adesso dunque, è ora di partire per l’Australia pienamente motivati!“.