Superbike, Biaggi in Superpole a Monza

[galleria id=”439″]Prima superpole per Max Biaggi in Superbike sul circuito di Monza dove il pilota romano ha toccato la velocità massima di 330,2 km/h, primato mai raggiunto in questa categoria. 
 

Dopo aver superato i primi step (SP1 e SP2) della Superpole, nell’ultima frazione Max Biaggi è rientrato in pista, stabilendo un tempo che gli consentirà di partire per la prima volta della sua carriera in Superbike dal palo. Cal Crutchlow (Yamaha Sterilgarda) ha provato proprio nelle ultime battute della terza frazione a togliergli il primato ma si è dovuto accontentare della seconda piazza.

Completeranno la prima fila Michel Fabrizio (Ducati Xerox), tornato in prima fila dopo tre gare in sordina, e Jonathan Rea (Honda HANNspree Ten Kate), il vincitore della gara di Assen. Significativa la seconda fila di Ruben Xaus con la BMW, anche lui tornato tra i migliori che sarà affiancato dal leader del campionato Leon Haslam (Suzuki Alstare) che in prova non ha brillato a Monza. 
 

Sorpresa anche per la seconda fila di Tom Sykes in sella alla Kawasaki ufficiale che si muoverà con a fianco James Toseland sull’altra Yamaha. 
 

Terza fila per il giovane Luca Scassa protagonista di tutte le prove del week end con la Ducati del team Supersonic. Gli altri italiani sono più indietro con Lorenzo Lanzi (DFX Ducati) e Matteo Baiocco (Kawasaki Pedercini) in quinta fila e Vittorio Iannuzzo (SCI Garvie Image Honda) in sesta. 
 

Max Biaggi: “E ‘stato un grande Sabato per noi ma non è ancora Domenica! E stata la migliore qualifica mai fatta: non ci sono punti per la Superpole, ma è l’emozione che conta! Voglio dedicarla a tutta la squadra, perchè stanno lavorando molto. 
 

Questo per noi è un grande passo avanti, perché all’ultima gara siamo partiti dalla terza fila. Abbiamo un buon passo rispetto a Yamaha e Honda e non vediamo l’ora che sia già domani. Una buona gomma alla fine dei 18 giri farà la differenza, soprattutto alla Parabolica”. 
 

Michel Fabrizio: “E’ andata molto bene e sono contento, dovevamo fare proprio questo oggi. Anzi dopo tre gare dove siamo stati mancanti serve stare li davanti. Ho una buona chance di vincere le gare di domani perché il passo gara è buono. Mancano un po’ di cavalli sul rettilineo, dovrei attaccare una corda al quattro cilindri più vicino!”