Motogp: Stoner commenta il gp del Qatar

Il gp del Qatar (tappa d’esordio del motomondiale 2010) sarebbe potuto essere un’occasione unica per Casey Stoner al fine di dimostrare al mondo intero di essere tornato il cannibale che tre anni fa dominò incontrastato il campionato motogp. Ciò però non è accaduto, visto che l’australiano si è “auto-fatto” fuori durante il sesto giro del gp a causa di un errore davvero banale. Errore che gli è costato parecchio e che con ogni probabilità pagherà a lungo andare. Del resto un gap di 25 punti da Valentino Rossi, dopo una sola gara, non è di certo un buon punto di partenza per un pilota determinato a lottare per la vittoria finale. L’australiano nondimeno sembra non aver accusato in alcun modo il colpo.

Pochi giorni fa infatti l’ex “rolling Stoner” è tornato a parlare del gp di Losail, analizzando asetticamente quanto gli è accaduto. “La moto mi si era già chiusa davanti un paio di volte e l’avevo ripresa, perciò ho provato a fare le curve più rotonde. -ha affermato il ducatista- Purtroppo durante il sesto giro, quando mi è partita davanti, non ho potuto fare assolutamente nulla per controllarla. È stato un brutto errore. Un errore stupido!“.
 
Quest’ammissione di colpa non è stata propedeutica ad alcun disfattismo. “Aussie” infatti ha chiarito di essersela già lasciata alla spalle e di guardare avanti con fiducia. Non a caso ha dichiarato goliardicamente: “Vediamola in questo modo: lo scorso anno il mondiale era partito benissimo, ed è finito malissimo. Ora potremmo fare il contrario. Certo, mi dicevo che la cosa peggiore era partire e ritrovarsi con zero punti dopo la prima gara. In compenso però la mia Ducati è molto migliorata e Nicky Hayden lo ha confermato con il suo bel quarto posto. È un vero peccato che lui non sia salito sul podio!“.