Motogp: Rossi gongola per il quarto posto

Parliamoci chiaro. Quest’oggi abbiamo avuto la riprova che Valentino Rossi è un extraterrestre. Fino ad un mese fa il dottore era sotto ai ferri per una frattura scomposta ed esposta rimediata al Mugello. Poche ora fa invece era in pista a battagliare per il podio del Sachsenring. Il lasso di tempo intercorso tra gli eventi precedentemente citati la dice lunga su quelle che sono le peculiarità del pilota del team Fiat Yamaha. Rossi infatti è riuscito laddove nessun altro aveva osato spingersi. Mai nessun rider si era azzardato a tornare in pista a distanza di quaranta giorni da un serio infortunio.

Eppure Vale lo ha fatto, centrando peraltro un risultato inimmaginabile. Il quarto posto maturato quest’oggi ha in tutto e per tutto i contorni di un’impresa. Gli stessi bookmakers, così come il diretto interessato e Brivio, avevano dato il “Dottore” fuori dalla top 10.
 
Alla fine però ha prevalso la straordinaria volitività di un pilota che non solo si è tuffato nella mischia con una gamba malconcia, ma che è anche riuscito a battagliare coi migliori arrivando perfino a duellare con Casey Stoner per il terzo posto.
 
Non sono mai stato così felice per un quarto posto, mi sono divertito”. Questo il commento a caldo di Valentino, che poi è entrato nel merito della sua prestazione. “E’ stata una grande battaglia – ha dichiarato alla stampa – Faccio i complimenti a Stoner, se succedeva il contrario lui avrebbe frignato come a Laguna Seca”. Non è mancato inoltre il momento dell’autocritica: “Peccato aver perso un po’ troppo tempo in partenza e con Dovizioso, altrimenti Lorenzo non era lontano. Mi manca un po’ di feeling con le gomme nuove”.