MotoGp: ritorna il turno del venerdì mattina

Dorna Sports: il CEO Carmelo Ezpeleta
Secondo alcune fonti, Dorna Sports, la società che gestisce il motomondiale, sarebbe intenzionata a reintrodurre la sessione di prove libere del venerdì mattina a partire dal Gran Premio di Motorland Aragon. Pare che i capi di Dorna avessero in mente di anticipare il ritorno della sessione mattutina del venerdì già a partire da Assen, ma ciò avrebbe comportato problemi per l’organizzazione olandese per cui si è preferito rimandare tutto all’appuntamento spagnolo per evitare noie e problemi.

Il cambio di regolamento di inizio stagione che aveva soppresso il turno del venerdì mattina con la scusa del contenimento dei costi per far fronte alla crisi aveva scontentato molti, in particolare i debuttanti, che avrebbero preferito avere più tempo per provare le gomme Bridgestone e conoscere le piste
 
Adesso Dorna ci ripensa, forse tardi, visto ciò che è successo a Silverstone: in un circuito che nessuno conosceva, in cui Bridgestone non aveva dati relativi alla MotoGp, le cadute sono state numerose (e alcune anche gravi), tanto che alcuni piloti hanno subito chiesto a Carmelo Ezpeleta di consentire a Bridgestone di portare una terza mescola per i futuri appuntamenti del mondiale. E’ probabile che una richiesta del genere possa avere spaventato il boss del circus, che, non potendo certo cambiare in corsa gli accordi con il costruttore giapponese, ha preferito reintrodurre la sessione del venerdì mattina, che dovrebbe permettere a tutti i piloti di prendere maggiore confidenza con i tracciati e quindi una maggiore sicurezza nel momento in cui si tratta di tirare fuori prestazioni al limite. 
 
Accolgo con favore questo tardivo ripensamento di Dorna, peccato solo non averci pensato prima, visto che è ormai evidente che non si trattava di una questione di costi: la crisi rimane, ma le prove del venerdì mattina ritornano, per cui mi chiedo ancora quale motivo abbia spinto l’organizzazione a cambiare questa consuetudine ad inizio stagione.